Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria

Go to the english version Cerca nel sito

Capo Dipartimento: Carmelo Barbagallo

Vice Capo Dipartimento: Paolo Angelini
Vice Capo Dipartimento: Andrea Pilati
Numero addetti: 728

Servizio Regolamentazione e analisi macroprudenziale

Elabora, propone all'Alta Direzione e realizza le linee strategiche dell'azione di vigilanza in materia di regolamentazione, cooperazione internazionale, bilanci e segnalazioni statistiche, assicurando la coerenza tra le scelte normative e lo sviluppo dei processi di supervisione. Valuta gli impatti economici della regolamentazione di vigilanza sull'attività degli intermediari e delle imprese nonché sulla collettività in generale.

Svolge – in conformità a quanto previsto dalla normativa sul Meccanismo di vigilanza unico – attività in materia di costituzione e accesso al mercato degli intermediari.

Collabora con l’Unità di risoluzione e gestione delle crisi per la predisposizione, l’aggiornamento e l’analisi di impatto della normativa in materia di risoluzione.

Numero addetti: 99

Titolare:

Servizio Supervisione bancaria 1

Segue - in conformità a quanto previsto dal Meccanismo unico di vigilanza europeo - la situazione tecnica e concorre alla definizione degli interventi di vigilanza sui gruppi bancari italiani o esteri presenti in Italia, sottoposti alla diretta supervisione della BCE e sugli intermediari finanziari che li compongono, a esclusione delle Società di gestione del risparmio (SGR); in quest'ambito contribuisce al processo di revisione e valutazione prudenziale, svolge attività di analisi dei rischi e dei relativi sistemi di gestione dei gruppi bancari e dei conglomerati finanziari e segue, in raccordo con le altre Strutture interessate, la convalida dei modelli interni di misurazione dei rischi.

Segue la situazione tecnica ed effettua interventi di vigilanza sui gruppi bancari e sulle banche - non sottoposti alla diretta supervisione della BCE - controllati da enti creditizi esteri e sulle succursali di banche estere extracomunitarie.

Segue gli interventi precoci sulle banche e sui gruppi bancari di competenza e collabora ai piani di risoluzione. Coopera, per i profili di competenza, con l’Unità di Risoluzione e gestione delle crisi. Coordina le attività di preparazione delle riunioni del Consiglio di Vigilanza della BCE.

Numero addetti: 128

Titolare:

Servizio Supervisione bancaria 2

Segue - in conformità di quanto previsto dal Meccanismo unico di vigilanza europeo - la situazione tecnica ed effettua interventi di vigilanza sui gruppi bancari e sulle banche non sottoposti alla diretta supervisione della BCE, sugli intermediari finanziari che li compongono ad esclusione delle Società di gestione del risparmio (SGR).
In quest'ambito cura il processo di revisione e valutazione prudenziale, svolge attività di analisi dei rischi e dei relativi sistemi di gestione dei gruppi bancari e delle banche e convalida, in raccordo con le altre Strutture interessate, i modelli interni di misurazione dei rischi.

Effettua gli interventi precoci sulle banche e sui gruppi bancari di competenza, valuta i relativi piani di risanamento e collabora ai piani di risoluzione.

Coopera, per i profili di competenza, con l’Unità di Risoluzione e gestione delle crisi.

Coordina l'azione di vigilanza esercitata a livello decentrato.

Numero addetti: 78

Titolare:

Servizio Supervisione intermediari finanziari

Svolge attività di supervisione sugli intermediari finanziari non bancari e sugli Organismi di controllo previsti dai Titoli V e VI-bis del Testo unico bancario.
Segue la situazione tecnica e l'analisi dei rischi ed effettua interventi di vigilanza, svolgendo il processo di controllo prudenziale:

  • sugli intermediari finanziari non bancari che operano, in via esclusiva o prevalente, nei settori dell'intermediazione mobiliare (SIM), ovvero della gestione del risparmio (SGR, SICAV, SICAF);
  • sugli intermediari finanziari iscritti nell'albo unico di cui al titolo V del Testo unico bancario;
  • sugli Istituti di moneta elettronica (IMEL) e sugli Istituti di pagamento (IP).

Effettua gli interventi precoci sugli intermediari di competenza, valuta i relativi piani di risanamento e collabora ai piani di risoluzione.

Coopera, per i profili di competenza, con l’Unità di Risoluzione e gestione delle crisi.

Segue la situazione ed effettua gli interventi di competenza sugli Organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR).

Coordina l'azione di vigilanza esercitata a livello decentrato sulle SIM e sugli intermediari finanziari non bancari.

Numero addetti: 67

Titolare:

Servizio Ispettorato vigilanza

Effettua - in conformità a quanto previsto dal Meccanismo unico di vigilanza europeo - verifiche ispettive presso i gruppi bancari e le banche; svolge la medesima attività nei confronti degli intermediari non bancari e degli altri soggetti sottoposti per legge al controllo anche ispettivo della Banca.

Pianifica l'attività ispettiva in collaborazione con le Unità della Banca interessate e nel quadro della cooperazione con le altre Autorità di settore nazionali ed estere.

Cura la revisione, la gestione e la conservazione dei rapporti ispettivi.

Effettua, in raccordo con i Servizi interessati, le verifiche connesse con la convalida e la revisione dei modelli interni di misurazione dei rischi.

Coopera, per i profili di competenza, con l’Unità di Risoluzione e gestione delle crisi.

Numero addetti: 181

Titolare:

Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio

Svolge a fini prudenziali attività di verifica in materia di usura, riciclaggio e contrasto del finanziamento del terrorismo, collaborando con gli organismi preposti.

Analizza l'evoluzione delle relazioni tra gli intermediari e la clientela, con particolare riguardo agli impatti sui rischi reputazionali e legali degli intermediari; cura la materia degli esposti della clientela e della trasparenza bancaria e finanziaria; promuove iniziative in materia di educazione finanziaria.

Coordina le segreterie tecniche dei Collegi in cui si articola territorialmente l'organo decidente dell'Arbitro Bancario Finanziario.

Coopera, per i profili di competenza, con l’Unità di Risoluzione e gestione delle crisi.

Numero addetti: 58

Titolare:

Servizio Coordinamento e rapporti con l'esterno della vigilanza

Svolge compiti di coordinamento all'interno del Dipartimento e ne segue i profili di comunicazione. Cura i rapporti con l'Autorità Giudiziaria, le altre Autorità e gli organi investigativi. Cura lo sviluppo dei metodi di analisi finanziaria e di valutazione dei soggetti vigilati ed elabora procedure e criteri operativi da applicare nell'esercizio dell'attività di controllo e di intervento.
Svolge, in coordinamento con le altre Strutture del Dipartimento, le attività di analisi dei rischi. Amministra i sistemi informativi della Vigilanza riguardanti banche, intermediari finanziari e gruppi creditizi; tiene gli albi.
In conformità a quanto previsto dalla normativa sul Meccanismo di vigilanza unico, svolge compiti connessi con l’esame e la gestione delle irregolarità riscontrate nelle attività di vigilanza e di controllo.

Coopera, per i profili di competenza, con l’Unità di Risoluzione e gestione delle crisi.

Svolge i compiti di Segreteria del Comitato interministeriale per il credito e il risparmio (CICR).

Numero addetti: 114

Titolare: