Vigilanza sul sistema bancario e finanziario

Go to the english version Cerca nel sito

La vigilanza: cos'è e cosa fa

La Banca d'Italia svolge compiti di vigilanza bancaria e finanziaria nei confronti degli intermediari bancari e non bancari, che sono iscritti in appositi albi. Dal novembre del 2014 la vigilanza sulle banche è svolta nell'ambito del Meccanismo di vigilanza unico.

La vigilanza è organizzata in un Dipartimento con sede in Roma presso l'Amministrazione centrale dell'Istituto e in una rete di filiali.

L'attività di vigilanza si esplica - oltre che attraverso attività di controllo a distanza e accertamenti in loco, tesi a verificare il rispetto delle condizioni per l'esercizio dell'attività bancaria e finanziaria - anche mediante l'adozione di provvedimenti amministrativi. I provvedimenti più significativi che coinvolgono le banche sono le autorizzazioni, le sanzioni e i provvedimenti relativi alla gestione delle situazioni problematiche.

La vigilanza fornisce una serie di servizi direttamente ai cittadini. In tale ambito, l'Istituto si occupa degli esposti presentati dai cittadini, gestisce le segreterie tecniche dell'Arbitro Bancario Finanziario, sviluppa e promuove l'educazione finanziaria, pubblica informazioni sui soggetti non legittimati allo svolgimento di attività bancaria e finanziaria in Italia e altri avvisi e comunicazioni di interesse generale. La vigilanza svolge inoltre analisi sul sistema bancario e finanziario.

La Banca d'Italia rende conto delle modalità di svolgimento delle funzioni di vigilanza e informa il pubblico sui temi bancari e finanziari più rilevanti attraverso molteplici sedi e canali: rilevano in particolare la Relazione annuale e la Relazione sulla gestione e sulle attività della Banca d'Italia.

I poteri di vigilanza trovano fondamento in un quadro regolamentare costituito da norme internazionali, comunitarie e nazionali.

In evidenza

  • 2 maggio 2018 - Due nuovi canali dedicati alla ricezione delle segnalazioni concernenti violazioni normative o irregolarità da parte di intermediari vigilati
    La Banca d'Italia ha attivato due nuovi canali telematici dedicati alla ricezione delle segnalazioni aventi a oggetto esclusivamente possibili violazioni normative o presunte irregolarità gestionali riscontrate presso intermediari vigilati.
  • 19 aprile 2018 - Parte il Censimento 2018 sulle iniziative di educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale offerte in Italia
    Prende il via il Censimento dei programmi di educazione finanziaria attualmente presenti in Italia, una iniziativa promossa dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria nell'ambito dell'attuazione della Strategia Nazionale per l'educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale.
  • 16 aprile 2018 - È online il portale nazionale "Quello che conta"
    È online la prima versione del portale pubblico di educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale Quello che conta, frutto del lavoro del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria guidato da Annamaria Lusardi.
  • 16 aprile 2018 - Ignazio Visco - "Banche e finanza dopo la crisi: lezioni e sfide"
    Il Governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco tiene la Lectio magistralis "Banche e finanza dopo la crisi: lezioni e sfide", in occasione della cerimonia inaugurale delle celebrazioni per il Trentennale della Facoltà di Economia dell'Università di Roma "Tor Vergata".
  • 9 aprile 2018 - Nuovo numero di "Note di stabilità finanziaria e vigilanza"
    N. 12 - C'è una relazione tra prestiti deteriorati e dinamica del credito?
    È pubblicata una Nota di stabilità finanziaria e vigilanza in tema di crediti deteriorati (non performing loans).
  • 30 marzo 2018 - Operazioni di finanziamento contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione
    La Banca d'Italia ha pubblicato gli Orientamenti di vigilanza sui prestiti contro cessione del quinto dello stipendio, con cui si forniscono agli intermediari e al mercato precisazioni applicative dei principi contenuti nella normativa al fine di contrastare condotte improprie e promuovere l'adozione di comportamenti corretti nei confronti della clientela.
  • 24 marzo 2018 - Il sistema bancario italiano: situazione e prospettive
    Carmelo Barbagallo, Capo del Dipartimento di Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d'Italia, è intervenuto alla sessione "Il futuro del sistema bancario italiano" del seminario "Il sistema bancario italiano di fronte alla ripresa", organizzato a Varignana (Bologna) dall'Associazione per lo Sviluppo degli Studi di Banca e Borsa in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
  • 19 marzo 2018 - Avvertenza per i consumatori sui rischi delle valute virtuali da parte delle Autorità europee
  • 14 marzo 2018 - La Banca d'Italia ha inviato una comunicazione alle banche su operazioni di compravendita di diamanti effettuate attraverso gli sportelli.
  • 10 febbraio 2018 - Il Governatore Ignazio Visco al 24° Congresso ASSIOM FOREX
    Il Governatore Ignazio Visco interviene al 24° congresso degli operatori dei mercati finanziari, organizzato a Verona da ASSIOM FOREX.
  • 30 gennaio 2018 - Linee Guida per le banche Less Significant italiane in materia di gestione di crediti deteriorati
    Sono pubblicate le Linee Guida per le banche Less Significant italiane in materia di gestione di crediti deteriorati, sottoposte a consultazione pubblica fino al 19 ottobre 2017. Tali Linee Guida sono coerenti con la "Guidance to banks on non performing loans", rivolta alle banche Significant, pubblicata dal Meccanismo di Vigilanza Unico. Esse sintetizzano le aspettative della Vigilanza in materia di gestione degli NPL e si pongono in sostanziale continuità con l'approccio di supervisione sinora seguito dalla Banca d'Italia.
  • 23 gennaio 2018 - Pubblicazione dell'Indagine sul credito bancario (BLS)
    Nel quarto trimestre del 2017 le politiche di offerta sui nuovi finanziamenti sia alle imprese sia alle famiglie per l'acquisto di abitazioni sono rimaste sostanzialmente invariate. Per il trimestre in corso gli intermediari si attendono un moderato allentamento dei criteri di offerta sia per le imprese sia per le famiglie. La domanda di prestiti da parte delle imprese ha registrato un incremento che ha principalmente riflesso le esigenze connesse con il finanziamento degli investimenti fissi; anche la domanda di mutui per l'acquisto di abitazioni da parte delle famiglie è moderatamente aumentata, sostenuta dalle favorevoli prospettive del mercato immobiliare. Secondo gli intermediari, la domanda di credito si rafforzerebbe ulteriormente nel trimestre in corso.
  • 16 gennaio 2018 - Convegno giuridico del 21 novembre 2017 "Judicial review in the banking Union and in the EU financial architecture"
    Sono pubblicate le slides presentate in occasione del convegno "Judicial review in the banking Union and in the EU financial architecture", organizzato a Roma il 21 novembre 2017 dal Servizio Consulenza legale della Banca d'Italia e dallo European Banking Institute di Francoforte (EBI).
  • 2 gennaio 2018 - Intervista a Fabio Panetta sul quotidiano "La Stampa"
    I bitcoin sono "una scommessa, non una moneta". Alcuni credono che sia una moneta e non lo è. Non è unità di conto, non è riserva di valore, non è mezzo di scambio. Soprattutto, bitcoin non ha uno Stato dietro".

Tematiche rilevanti

Crediti deteriorati (Npls)

Crisi bancarie

Argomenti Correlati

Stabilità finanziaria

Il sistema finanziario è una complessa infrastruttura che consente alle famiglie, alle imprese, alle amministrazioni pubbliche e agli altri operatori economici di effettuare pagamenti, trasferire risorse e gestire rischi. Assicurare il buon funzionamento di questa architettura è il compito delle autorità responsabili della stabilità finanziaria.

Risoluzione e gestione delle crisi

In attuazione del quadro europeo sulla gestione delle crisi bancarie, la Banca d’Italia è stata incaricata di svolgere la funzione di Autorità nazionale di risoluzione (NRA). È stata pertanto istituita l’Unità di Risoluzione e gestione delle crisi; essa svolge i compiti istruttori e operativi del Meccanismo di risoluzione unico, collabora con il Single Resolution Board, gestisce le procedure di liquidazione e di risoluzione di banche e intermediari finanziari.

Presentazione di esposti

La presentazione di un esposto alla Banca d’Italia consente al cliente di segnalare comportamenti che ritiene irregolari o scorretti da parte delle banche e degli intermediari finanziari. Per la Banca d'Italia gli esposti rappresentano una fonte di informazioni per l'esercizio della attività di vigilanza. La presentazione di un esposto non avvia un procedimento amministrativo disciplinato dalle legge n. 241 del 1990.