TARGET2: il sistema dei pagamenti all'ingrosso

Go to the english version Cerca nel sito

Cosa è TARGET2

L'adozione dell'euro e la connessa gestione della politica monetaria unica da parte dell'Eurosistema ha richiesto la realizzazione di un sistema di regolamento dei pagamenti in euro in grado di agevolare la circolazione della liquidità nei paesi dell'Area in modo efficiente. Nacque così nel 1999 il sistema TARGET (Trans-European Automated Real-Time Gross Settlement Express Transfer System), ottenuto collegando, tramite un’apposita rete denominata "Interlinking", i sistemi di regolamento lordo nazionali esistenti sulla base del principio di "armonizzazione minima" (riguardante gli orari di operatività,  la concessione di liquidità infragiornaliera e le tariffe applicate ai pagamenti cross-border).

L'esigenza di assicurare la piena armonizzazione dei servizi e dei relativi costi, nonché di consentire una maggiore flessibilità per far fronte all'allargamento dell'Unione Europea, ha portato successivamente alla realizzazione del sistema TARGET2, basato su una piattaforma unica condivisa (c.d. Single Shared Platform - SSP). Questo nuovo sistema è stato avviato nel novembre 2007 e, per "finestre" di migrazione per gruppi di paesi, è andato a regime nel maggio 2008, sostituendo il sistema TARGET.

TARGET2 rappresenta il presupposto al buon funzionamento della moneta unica ed è uno dei pilastri del processo di integrazione finanziaria dell'area dell'euro.

Obiettivi di TARGET2

TARGET2 è stato realizzato dall'Eurosistema per consentire agli intermediari abilitati il regolamento in moneta di banca centrale delle transazioni in euro di importo rilevante su base lorda [1], quali le operazioni di politica monetaria, i pagamenti interbancari, le operazioni per conto della clientela, le transazioni dei cosiddetti sistemi ancillari (sistemi di pagamento al dettaglio, sistemi di regolamento titoli, controparti centrali, mercati monetari). La realizzazione della SSP è stata affidata dall'Eurosistema a Banca d'Italia, Deutsche Bundesbank e Banque de France (le cosiddette "3CB").

Il regolamento dei pagamenti in TARGET2 avviene sulla SSP, sulla quale sono registrati i conti dei partecipanti aperti presso le rispettive banche centrali; ciò consente di far affluire i pagamenti in tutta l'area in modo sicuro ed efficiente, contribuendo alla stabilità dell’euro. 

In particolare TARGET2:

  • consente l'attuazione della politica monetaria dell'Eurosistema e il funzionamento del mercato monetario in euro;
  • accresce la robustezza del sistema finanziario nel suo complesso contribuendo alla mitigazione del rischio sistemico [2], grazie alla rapidità e alla certezza di regolamento dei pagamenti di elevato ammontare; 
  • garantisce il trattamento efficiente dei pagamenti transfrontalieri in euro.

Come funziona TARGET2?

Gli ordini di pagamento vengono inviati alla piattaforma che li elabora e li regola in tempo reale, garantendo l’immediata definitività della transazione [3]. Non esiste un limite superiore o inferiore per il loro valore.

Per consentire in modo fluido il regolamento dei pagamenti immessi in TARGET2, gli aderenti al sistema  possono accedere al "credito infragiornaliero illimitato", vale a dire alla liquidità offerta  dalla propria banca centrale a fronte del versamento di collateral sul conto pool; tale credito deve essere rimborsato entro la fine della giornata operativa.

TARGET2 consente un'efficiente gestione della liquidità - che è il fattore cruciale per l’elaborazione dei pagamenti - grazie all’offerta ai partecipanti di alcune funzionalità, quali: l’assegnazione di priorità a determinati pagamenti, il regolamento delle transazioni a tempo determinato, i meccanismi di prenotazione della liquidità, i limiti bilaterali e multilaterali di esposizione (rispettivamente nei confronti di singoli partecipanti o dell’insieme dei partecipanti) e le procedure di ottimizzazione, che permettono di risparmiare liquidità nel regolamento dei pagamenti.

I partecipanti trasferiscono liquidità da TARGET2 a TARGET2-Securities per il regolamento della "gamba" in euro delle transazioni in titoli e a TIPS per il regolamento degli instant payment.

I partecipanti interagiscono con TARGET2 per inviare messaggi di pagamento, interrogare il sistema e ricevere notifiche e report tramite la rete SWIFT.  È anche possibile l’accesso al sistema tramite Internet per le banche che hanno una ridotta operatività sul sistema dei pagamenti. 

TARGET2 è operativo tutti i giorni (sabati e domeniche esclusi) dalle 07:00 alle 18:00, dal lunedì al venerdì, tranne nelle seguenti giornate in cui rimane chiuso:

- 1° gennaio

-  Venerdì di Pasqua

-  Lunedì di Pasqua

-  1° Maggio

-  25 dicembre

-  26 dicembre.

Il sistema dal punto di vista giuridico si articola in singole componenti nazionali; ciascuna banca centrale nazionale opera secondo il principio del "decentramento", cioè mantenendo rapporti amministrativi e operativi con i partecipanti nazionali.

Nel ruolo di service provider dell'Eurosistema la Banca d’Italia rappresenta, insieme alla Bundesbank, il punto unico di contatto per tutte le Banche Centrali Nazionali (BCN) aderenti al sistema TARGET2, intervenendo in caso di malfunzionamenti, monitorando il rispetto dei livelli di servizio attesi e contribuendo alla sua manutenzione e agli sviluppi evolutivi, oltre che alla gestione dei profili amministrativi, legali e di sicurezza. Inoltre gestisce sia le infrastrutture informatiche dedicate al funzionamento del sistema sia quelle necessarie al suo sviluppo. 

La Banca d'Italia si occupa anche del supporto e dell'assistenza della comunità finanziaria nazionale, rappresentando il punto di contatto tecnico-amministrativo per gli intermediari finanziari italiani, con il monitoraggio dei pagamenti regolati e l'intervento in caso di malfunzionamenti del sistema o dei partecipanti stessi.

La piattaforma viene aggiornata con interventi di manutenzione periodica (release)  allo scopo di migliorare i servizi offerti e di introdurre nuove funzionalità tecniche e di business.

Per garantire la continuità operativa sia in caso di disastro locale che regionale, l'infrastruttura di TARGET2 è stata realizzata su quattro siti operanti in due distinte regioni.

I livelli di servizio attesi e le relazioni legali tra l'Eurosistema e le 3CB, in virtù del loro ruolo di service provider della piattaforma, sono sanciti contrattualmente: il 95 per cento delle transazioni deve essere regolato in meno di cinque minuti. Nel 2019 la quasi totalità dei pagamenti è stata regolata in meno di un minuto e tutti in meno di 5 minuti.

Partecipazione a TARGET2 e volumi trattati

Tutta la normativa su TARGET2 è specificata nella TARGET2 Guideline, compresi i requisiti di accesso. I partecipanti scelgono la configurazione più adatta alla propria operatività secondo differenti modalità tecniche; è possibile accedere a TARGET2 anche indirettamente, tramite accordi contrattuali bilaterali con i partecipanti diretti. Più di 1.000 istituzioni finanziarie partecipano a TARGET2, per proprio conto o per conto dei propri clienti. Considerando le filiali, più di 52 mila banche nel mondo e i loro clienti possono essere raggiunti tramite TARGET2.

Alla componente italiana (TARGET2-Banca d'Italia) partecipano, direttamente o indirettamente, circa 120 tra banche e sistemi ancillari.

Partecipano inoltre al sistema TARGET2, oltre alla BCE, le 19 BCN dellìarea dell'euro e le banche centrali di alcuni paesi dell'Unione Europea non aderenti all’euro (Bulgaria, Danimarca, Polonia, Romania e Croazia). Infine, a TARGET2 partecipano Istituzioni di Paesi al di fuori dell'area euro (c.d. CB customer), che regolano le transazioni in euro avvalendosi dei servizi di corrispondenza offerti dalle BCN dell'Eurosistema.

TARGET2 ha una "quota di mercato" di circa l’89% sul totale del valore complessivo dei pagamenti di importo elevato (Large-Value Payment Systems - LVPS) denominati in euro. Nell'arco di meno di sette giorni, TARGET2 elabora un valore vicino all'intero PIL dell'area dell'euro, che lo rende uno dei più grandi sistemi di pagamento al mondo. Nel 2019 il numero medio dei pagamenti regolati ogni giorno in TARGET2 è stato pari a circa 344.000; l'importo medio giornaliero totale è stato di circa 1.700 miliardi.



[1] Per "regolamento su base lorda" in moneta di banca centrale (o "regolamento lordo") si intende il regolamento delle transazioni una ad una, senza effettuare compensazioni, sui conti detenuti presso le rispettive banche centrali.

[2] Il regolamento delle transazioni in TARGET2, avvenendo su base lorda tra due operatori, consente di mitigare il rischio sistemico provocato dalla possibilità che l'inadempienza di un singolo partecipante possa avere effetti a catena su altri operatori pregiudicando la stabilità dell’intero mercato finanziario (c.d. effetto domino).

[3] In base alla Direttiva europea sulla Settlement Finality (SFD 98/26/EC) il regolamento di una transazione monetaria o finanziaria in un sistema designato  si intende definitivo e irrevocabile  anche nel caso in cui il partecipante sia divenuto insolvente  e si sia aperta la procedura di fallimento nei suoi confronti.

Contatti

Dipartimento Mercati e sistemi di pagamento
Servizio Sistema dei pagamenti
Divisione Sistemi di Pagamento all'Ingrosso
Via Pastrengo, 14 - 00185 Roma

Tel: +39 06 4792 5700
e-mail: target.services@bancaditalia.it

Dipartimento Mercati e sistemi di pagamento
Servizio Sistema dei pagamenti
Divisione Infrastrutture di mercato dell'Eurosistema
Largo Guido Carli, 1 - 00044 Frascati

Tel: +39 06 4792 6000
e-mail: SSP-SERVICEDESK-IT@bancaditalia.it

Guida per gli aderenti e contratti

La Guida per gli aderenti TARGET2-Banca d'Italia presenta le caratteristiche normative e funzionali del sistema TARGET2-Banca d'Italia e dell'Home Accounting Module (HAM) della Single Shared Platform (SSP) di TARGET2.

GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEI FORMULARI T2, T2S e TIPS

Formulari T2

Formulari per la registrazione al sistema TARGET2-Banca d'Italia di partecipanti diretti, indiretti e sistemi ancillari, e per la registrazione al modulo HAM di titolari di conto HAM e CB customers; la Guida con le modalità di compilazione dei formulari (Reference and static data registration user guide) è disponibile nella sezione dedicata.

Formulari T2S

Formulari per l'adesione al sistema TARGET2 - Securities dei titolari di conto Cash connessi direttamente o indirettamente al Sistema; la Guida con le modalità di compilazione dei formulari (Reference and static data registration user guide) è disponibile nella sezione dedicata.

FORMULARI TIPS

Formulari per l'adesione a TIPS dei titolari di TIPS DCA; la Guida con le modalità di compilazione dei formulari (Reference and static data registration user guide) è disponibile nella sezione dedicata.

Modulistica per la contingency

Moduli da inviare a Banca d'Italia in caso di operazioni di contingency.