TIPS: I pagamenti istantanei

Go to the english version Cerca nel sito

Il primo dei tre progetti previsto da Vision 2020 è operativo già da novembre 2018 e si preannuncia come una vera rivoluzione: un servizio in grado di regolare gli instant payment, cioè i pagamenti elettronici al dettaglio con accredito dei fondi sul conto del beneficiario in pochi secondi anziché in uno o più giorni lavorativi come avviene oggi anche con sistemi di pagamento online o elettronici. Il servizio è utilizzabile anche tramite smartphone e a costi ridottissimi.

Il 21 giugno 2017 il Consiglio direttivo della BCE ha dato il via libera definitivo al progetto TIPS (TARGET Instant Payment Settlement), che prevede la realizzazione di una piattaforma paneuropea per il regolamento in tempo reale e in moneta di banca centrale - è questa la vera rivoluzione - dei SEPA instant credit transfer (SCT Inst). Il servizio è disponibile h24 per 365 giorni l'anno, ed è in grado di regolare una media di 500 pagamenti al secondo (ben 43 milioni di transazioni al giorno).

TIPS è operativo dalla fine di novembre 2018, in coincidenza con l'aggiornamento annuale delle funzioni di TARGET2 (T2) per la gestione e il monitoraggio della liquidità e per il calcolo della riserva obbligatoria. TIPS infatti è integrato con il sistema T2, dal quale riceve la liquidità per regolare gli instant payment e sul quale può far affluire la liquidità in eccesso.

L'obiettivo dell'Eurosistema è duplice:

  • promuovere l'efficienza delle infrastrutture di mercato offrendo una soluzione innovativa per il regolamento istantaneo dei pagamenti al dettaglio in tutta l'Europa;
  • agevolare l'integrazione paneuropea dei servizi di regolamento degli instant payment, in linea con quanto già realizzato nel comparto dei pagamenti all'ingrosso TARGET2 e nel comparto dei titoli TARGET2-Securities.

Pur mirando in primo luogo a fornire una soluzione per il regolamento degli instant payment in euro, TIPS è un sistema multivalutario, in grado di effettuare il regolamento anche in valute diverse dall'euro.

TIPS rispetta lo schema di messaggistica previsto dallo European Payments Council (EPC), definito nel SEPA Instant Credit Transfer (SCT Inst) Rulebook, e offre un servizio la cui adesione per le banche partecipanti è su base volontaria, seguendo gli stessi criteri stabiliti in TARGET2; il principio del pieno recupero dei costi viene perseguito attraverso la tariffazione delle singole transazioni.

La Banca d'Italia - pur agendo nell'ambito della consolidata collaborazione con Deutsche Bundesbank, Banque de France e Banco de España, le cd. 4CB - è in prima linea nella realizzazione di TIPS svolgendo il ruolo di service provider unico per lo sviluppo e l'offerta del servizio e di service operator per la gestione della piattaforma. Nella sua veste di banca centrale nazionale ha inoltre compiti di supporto e di mantenimento delle relazioni con la comunità finanziaria italiana, come già avviene per T2 e T2S.

Nel mese di settembre la Banca centrale europea ha costituito il TIPS Contact Group, a cui partecipano rappresentanti delle banche centrali e commerciali, delle Automated Clearing House (ACH) e di altre istituzioni finanziarie che abbiano manifestato interesse per il progetto, oltre a rappresentanti della Banca Centrale Europea e della Banca d'Italia, quest'ultima in qualità di service provider.

Contatti

Dipartimento Mercati e sistemi di pagamento
Servizio Sistema dei pagamenti
Divisione Sistemi di Pagamento all'Ingrosso
Via Pastrengo, 14 - 00185 Roma

Tel: +39 06 4792 5700
e-mail: prod.t2t2s@bancaditalia.it

Dipartimento Mercati e sistemi di pagamento
Servizio Sistema dei pagamenti
Divisione Infrastrutture di mercato dell'Eurosistema
Largo Guido Carli, 1 - 00044 Frascati

Tel: +39 06 4792 6000
e-mail: SSP-SERVICEDESK-IT@bancaditalia.it


CONTRATTI E FORMULARI TIPS