Turismo internazionale

Go to the english version Cerca nel sito

Dal 1996 la Banca d'Italia realizza un'indagine campionaria sul turismo internazionale basata su interviste e conteggi di viaggiatori residenti e non residenti in transito alle frontiere italiane (valichi stradali e ferroviari, porti e aeroporti internazionali). Per la stima del numero di viaggiatori internazionali, le informazioni raccolte con l'indagine vengono integrate con dati amministrativi, ove disponibili, e, dalla fine del 2020, con dati di telefonia mobile.

L'indagine è condotta con l'obiettivo primario della compilazione delle voci "Viaggi" (che include i beni e i servizi acquistati da persone fisiche in paesi in cui non sono residenti, in relazione a viaggi in tali paesi) e "Trasporti internazionali di passeggeri" della bilancia dei pagamenti dell'Italia, in linea con le convenzioni metodologiche previste dal sesto manuale del FMI.

Essa rappresenta inoltre una vasta base informativa per la ricerca e per gli operatori del settore grazie all'ampia gamma di dati analitici, aggiuntivi rispetto alle esigenze di bilancia dei pagamenti, che vengono messi a disposizione degli utenti sia in forma di aggiornamento mensile sia a livello di microdati.

* * *

In data 23 aprile 2024 sono stati diffusi i microdati dell'indagine riferiti all'anno 2023; successivamente verrà resa disponibile la pubblicazione annuale "Indagine sul turismo internazionale" della collana "Statistiche", contenente un'analisi dei principali risultati dell'indagine campionaria (vedi, in questa pagina, Report). Nella Bilancia dei pagamenti diffusa nella Base Dati Statistica (BDS), si pubblicherà l'ultima versione dei dati sul turismo internazionale in occasione della revisione prevista per fine giugno 2024.

Il turismo rappresenta un importante settore dell'economia italiana, con un forte potenziale in termini di crescita e di occupazione nonché di integrazione sociale e culturale. Gli effetti della pandemia di Covid-19 hanno reso particolarmente evidente la rilevanza di questo settore e l'importanza di fonti statistiche il più possibile accurate, provenienti da fonti affidabili.

Come contributo all'utilizzo corretto dei dati, si segnala il documento "Una breve guida alle statistiche sul turismo", redatto congiuntamente da Banca d'Italia e Istat e disponibile sui siti internet di entrambi gli Istituti (vedi, in questa pagina, Analisi e approfondimenti metodologici). Il documento analizza le differenze tra le principali rilevazioni sul turismo della Banca d'Italia e dell'Istat.

Al contempo, risulta sempre più importante la ricerca di fonti e metodologie nuove, in grado di migliorare le statistiche sul turismo. Al riguardo, il lavoro "L'utilizzo dei big data per migliorare le statistiche sul turismo della Banca d'Italia" descrive gli esiti di talune sperimentazioni su fonti informative innovative (vedi, in questa pagina, Analisi e approfondimenti metodologici).

Con riferimento alle innovazioni metodologiche, il lavoro "Unbundling Package Tours: a Machine Learning Application with the LASSO" descrive le tecniche utilizzate per la stima del costo dei servizi che compongono un pacchetto turistico (vedi, in questa pagina, Analisi e approfondimenti metodologici).

Dati

Il turismo internazionale in marzo 2024

Lo scorso marzo il saldo della bilancia dei pagamenti turistica dell’Italia ha registrato un avanzo di 0,6 miliardi di euro, in lieve aumento rispetto allo stesso mese del 2023. Sia la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia (3,0 miliardi) sia quella dei viaggiatori italiani all'estero (2,4 miliardi) sono cresciute rispetto allo stesso periodo del 2023 (rispettivamente, del 12,9 e del 7,8 per cento), risentendo anche della festività pasquale caduta quest'anno alla fine di marzo.

Nel complesso del primo trimestre del 2024 è proseguito l'incremento di entrambi i flussi nel confronto con lo stesso periodo dell'anno precedente (Fig. 1), grazie soprattutto all'ulteriore aumento dei viaggi per vacanze. La spesa degli stranieri in Italia (+17,6 per cento) ha beneficiato in particolare della crescita dei pernottamenti (e quindi della spesa pro-capite); l'incremento della spesa dei viaggiatori italiani all'estero (+14,3 per cento) è stato invece trainato dal numero dei viaggiatori. Il significativo aumento della spesa in Italia dei viaggiatori provenienti dai paesi extra-UE (+34,4 per cento) si è accompagnato a una moderata crescita di quella degli stranieri europei (+4,4 per cento; Fig. 2, pannello di sinistra). Una tendenza analoga si è registrata per la spesa degli italiani all'estero, anche se il differenziale è risultato più contenuto (+17,5 per cento per le destinazioni extra-europee e +9,6 per cento per quelle europee; Fig. 2, pannello di destra).

Spesa turistica dei viaggiatori internazionali
(medie mobili di 3 mesi; variazioni percentuali sul corrispondente periodo dell'anno precedente)

Spesa turistica dei viaggiatori internazionali Fig. 1

Spesa turistica dei viaggiatori internazionali: dettaglio geografico
(medie mobili di 3 mesi; variazioni percentuali sul corrispondente periodo dell'anno precedente)

Spesa turistica dei viaggiatori internazionali Fig. 2

Tavole dati

I dati che derivano dall'indagine campionaria alle frontiere sul turismo internazionale dell'Italia hanno l'obiettivo primario di consentire la compilazione delle voci "Viaggi" e "Trasporto passeggeri" della bilancia dei pagamenti dell'Italia; sono messi anche a disposizione del pubblico per finalità di analisi e ricerca. Trattandosi di un'indagine campionaria, nel definire la composizione delle tavole si è tenuto conto della significatività statistica delle informazioni. I dati sono diffusi mediante file Excel direttamente scaricabili dal sito; sono presenti:

  • con cadenza mensile, tre tavole relative al totale della spesa turistica, del numero di viaggiatori e del numero di pernottamenti;
  • con cadenza trimestrale, trentadue tavole articolate per paese (di origine per i viaggiatori stranieri e di destinazione per quelli italiani) o regione (visitata dai viaggiatori stranieri e di residenza degli italiani) o motivo del viaggio o struttura ricettiva utilizzata;
  • le serie storiche dal 1997 con la stessa articolazione prevista per le tavole trimestrali, aggiornate con cadenza annuale.

Nella sezione Distribuzione dei microdati viene diffusa, con cadenza annuale, l'intera base dati. Vengono rese altresì disponibili tabelle pivot di facile utilizzo, contenenti le principali variabili dell'indagine.

Analisi e approfondimenti metodologici

Nelle statistiche sul turismo sta acquisendo una rilevanza sempre maggiore la ricerca di fonti informative più tempestive ed economiche rispetto alle tradizionali indagini campionarie. Il lavoro "L'utilizzo dei big data per migliorare le statistiche sul turismo della Banca d'Italia" esamina il possibile contributo che l'utilizzo dei dati di telefonia mobile, sui pagamenti elettronici e sulle ricerche effettuate su internet (Google Trends) può dare alla compilazione della voce "viaggi" della bilancia dei pagamenti.

Oltre alla ricerca di nuove fonti, è continuo lo studio di nuove metodologie per migliorare le stime sul turismo. Il lavoro "Unbundling Package Tours: a Machine Learning Application with the LASSO" descrive un algoritmo di machine learning basato su tecniche LASSO per ripartire le spese per i pacchetti turistici tra le diverse componenti e, in particolare, tra le spese per l'alloggio (incluse nelle statistiche del turismo internazionale) e quelle per il trasporto internazionale (riportate in una separata voce di bilancia dei pagamenti).

Nel periodo marzo - giugno 2020 l'indagine campionaria sul turismo internazionale dell'Italia è stata sospesa a causa dell'emergenza Covid-19. La nota "La produzione statistica nell'emergenza Covid-19: la stima dei viaggi in bilancia dei pagamenti" descrive le fonti e le metodologie utilizzate nel periodo di interruzione dell'indagine.

Lo studio dei fenomeni legati al turismo e le politiche di supporto agli operatori del settore devono potersi basare su evidenze economiche e statistiche il più possibile accurate, provenienti da fonti affidabili. Funzionale a tali analisi è la lettura consapevole dei dati a disposizione. Il documento "Una breve guida alle statistiche sul turismo" - redatto congiuntamente dalla Banca d'Italia e dall'Istat e disponibile sulle pagine internet di entrambi gli istituti - si propone di offrire un contributo alle analisi di settore, presentando in modo organico e sintetico le principali differenze definitorie, classificatorie e metodologiche tra le principali rilevazioni sul turismo della Banca d'Italia e dell'Istat, con un approccio user-oriented, finalizzato a favorire una lettura corretta dei dati da parte di esperti e studiosi del settore e, più in generale, dell'ampia platea interessata ad analizzare il fenomeno del turismo attraverso le statistiche ufficiali.

Conferenze sul tema