La Banca d'Italia è ente Certificatore accreditato, iscritto nell'elenco pubblico tenuto da AgID.

La Banca emette certificati qualificati di firma digitale, che permettono di sottoscrivere documenti informatici pienamente equiparati, a ogni effetto di legge, a documenti con firma autografa.

L'Istituto emette inoltre certificati di:

  • autenticazione, che consentono di accertare l'identità del soggetto che accede a basi dati o a sistemi elaborativi 
  • crittografia, che preservano la riservatezza dei dati e delle informazioni scambiate o archiviate.

I certificati sono rilasciati ai dipendenti della Banca e, in casi del tutto particolari, a rappresentanti di interlocutori istituzionali e sono utilizzati esclusivamente nei rapporti con l'Istituto (cfr. art. 34, comma 1, del D.lgs. 82/2005 - Codice dell'amministrazione digitale).

La Banca d'Italia dispone inoltre di un servizio di validazione temporale che consente di certificare il momento in cui un determinato documento informatico è stato prodotto o scambiato in rete. Il servizio può essere richiesto solo dai titolari di certificati di firma digitale emessi dalla Banca.

In questa pagina è possibile consultare il Manuale operativo, destinato ai titolari dei certificati e agli altri interessati, che illustra le procedure adottate dalla Banca nello svolgimento del servizio di certificazione e indica gli obblighi e le responsabilità dei soggetti coinvolti.