Attività di prestito titoli (securities lending)

Go to the english version Cerca nel sito

Con l'avvio dell'Expanded Asset Purchase Programme (APP), la Banca d'Italia - come la BCE e altre banche nazionali dell'area dell'euro - ha intensificato l'attività di prestito titoli (securities lending). Programmi di securities lending sono offerti da tutte le principali banche centrali, anche al di fuori dell'Eurosistema, e rappresentano un complemento essenziale ai programmi di acquisto di attività finanziarie. Il prestito titoli si è rivelato utile per soddisfare le esigenze degli operatori di mercato di disporre di specifici titoli su base temporanea, per limitare fenomeni di mancato regolamento, alleviare tensioni connesse alla scarsità di titoli e sostenere la liquidità complessiva del mercato. Il servizio è offerto dalla Banca d'Italia tramite i principali depositari centralizzati internazionali (ICSD), Clearstream ed Euroclear, che operano secondo proprie modalità nell'ambito di indirizzi strategici forniti dalla Banca d'Italia stessa e coerenti con quelli applicati dall'Eurosistema. Le transazioni vengono negoziate a prezzi di mercato.

La Banca d'Italia, tenuto conto delle condizioni di mercato, è disponibile a prestare i titoli acquistati nell'ambito dei programmi PSPP, CSPP, SMP e CBPP che si sono succeduti nel tempo. Attualmente vengono attivamente prestati titoli di Stato, obbligazioni societarie e obbligazioni bancarie garantite. La lista di codici ISIN dei titoli disponibili per il prestito viene aggiornata di norma ogni lunedì (cfr. link in calce alla pagina). La Banca d'Italia è impegnata ad assicurare che l'offerta di tale servizio si svolga in maniera efficace, al fine di favorire il buon funzionamento del mercato.

La BCE pubblica, il secondo lunedì del mese successivo a quello di riferimento, il dato aggregato riferito alla media mensile dei titoli complessivamente prestati dall'Eurosistema e al contante accettato come garanzia.

Codici ISIN disponibili per il lending

Archivio codici ISIN disponibile per il lending

Contatti dei depositari centrali e della Banca d'Italia