È nato il 7 marzo 1959 a Roma, dove si è laureato con lode in Scienze Politiche, indirizzo economico, all'Università "La Sapienza" nel 1983.

Dopo esperienze di lavoro in società di comunicazione e ricerche di mercato è assunto in Banca d'Italia nel 1986, presso la Sede di Milano, ove ha svolto attività di vigilanza a distanza e ispettiva.

Nel 1991 è assegnato all'Area Vigilanza creditizia e finanziaria dell'Amministrazione centrale; nel Servizio Vigilanza sugli Enti creditizi, si occupa di coordinamento dell'attività di vigilanza decentrata e nel 2003 assume la titolarità della Divisione Aziende Decentrate.

Dal 2008 è dirigente preposto al Collegamento Filiali dell'Unità di Coordinamento d'Area di cui, nel 2012, diviene sostituto del Titolare.

Il 27 gennaio 2014 è nominato Capo del Servizio Coordinamento e rapporti con l'esterno, poi Coordinamento e rapporti con l’esterno della vigilanza, dove ha gestito le relazioni con le altre Autorità e Istituzioni, le metodologie di vigilanza, il supporto statistico e informatico, la vigilanza sulle less significant institution decentrate e, dal 2016, le sanzioni amministrative.

Sempre nel gennaio 2014 è nominato Capo della Segreteria del CICR presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, dove ha svolto fino al 2020 attività di assistenza al Segretario, Direttore Generale del Tesoro, funzionali allo svolgimento dei compiti assegnati dalla legge al Ministro dell’Economia e delle Finanze in qualità di Presidente del CICR.

Nell’aprile 2015 è nominato, con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, membro supplente del Comitato di sicurezza finanziaria, dove ha seguito le attività di monitoraggio del funzionamento del sistema di prevenzione e di sanzioni del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, e di contrasto al riciclaggio dei proventi di attività criminose e all’attività dei paesi che minacciano la pace e la sicurezza internazionale.

Dal 19 novembre 2018 al 14 settembre 2020 è Capo del Servizio Rapporti istituzionali di Vigilanza, ove ha continuato a seguire le tematiche legate ai profili di legalità del sistema bancario e finanziario gestendo il rapporto con l’Autorità giudiziaria, gli organi inquirenti e l’intelligence, e arricchendo nel contempo il portafoglio delle attività del Servizio con la responsabilità della funzione di licensing, l’impianto di una struttura deputata allo sviluppo dell’innovazione tecnologica in campo finanziario (Fintech) per la vigilanza e la conduzione della funzione di antiriciclaggio.

Dal 15 settembre 2020 è Capo del Servizio Supervisione intermediari finanziari, dove gestisce le attività di vigilanza sugli operatori finanziari, del risparmio gestito, dei servizi di investimento, di pagamento e di moneta elettronica, nel contesto della twin transition verso un’economia digitale e sostenibile.

Ha curato numerose iniziative di assistenza tecnica in favore di Autorità di Vigilanza di paesi dell'Europa dell'Est, dell'America latina e della Cina in materia di cooperazione di credito, regolamentazione e supervisione sulle piccole banche. Si è occupato in ambito internazionale di contrasto al finanziamento del terrorismo; in particolare, nell’attività di contrasto finanziario a Daesh, ha supportato le attività del Counter Isil Finance Group.

È autore di saggi su temi di vigilanza bancaria.