N. 1168 - Offerta di credito e crescita della produttività

Go to the english version Cerca nel sito

di Francesco Manaresi e Nicola Pierri marzo 2018

Anche a seguito della crisi finanziaria, la ricerca economica e il dibattito di policy si sono recentemente interessati agli impatti che una riduzione dell'offerta di credito può avere sulla produttività delle imprese. Da un lato la carenza di risorse finanziarie potrebbe spingere le imprese a sviluppare strategie e prodotti più efficienti per poter sopravvivere; dall'altro essa potrebbe rappresentare un vincolo alle attività più produttive, che richiedono tipicamente elevate spese iniziali. La presente ricerca, che si concentra sul caso italiano sottopone a test queste diverse ipotesi, concludendo che una contrazione del credito bancario alle imprese ha un effetto negativo e persistente sulla loro produttività.

A tale scopo il lavoro sfrutta un campione di circa 70.000 imprese italiane per le quali si osservano sia i dati di bilancio, sia le relazioni bancarie. A ciò si aggiungono gli esiti di alcune indagini presso le imprese che forniscono indicazioni sulle attività da loro svolte al fine di incrementare la propria produttività.

I risultati mostrano che l'effetto diretto della restrizione creditizia sperimentata durante la recente recessione potrebbe spiegare almeno un quarto della caduta della produttività osservata per le imprese italiane. Dall'altro lato, shock positivi all'offerta di credito hanno invece un impatto favorevole di misura molto più limitata: ciò implica che una elevata volatilità del credito bancario possa avere effetti netti negativi sulla crescita della produttività.

Gli effetti stimati delle variazioni nell'offerta di credito si possono trasmettere alla dinamica della produttività per il tramite di diverse attività di impresa, come gli investimenti in ricerca e sviluppo, il conseguimento di brevetti, l'adozione di tecnologie dell'informazione e di migliori pratiche manageriali, il perseguimento della capacità di competere sui mercati internazionali.

Testo della pubblicazione