N. 1225 - Determinanti di origine interna ed estera dell'inflazione: un'analisi econometrica sui quantili della distribuzione

Go to the english version Cerca nel sito

di Fabio Busetti, Michele Caivano e Davide Delle Monache giugno 2019

Il lavoro analizza empiricamente il contributo delle determinanti interne ed estere all'inflazione di fondo dell'area dell'euro. Si stima una relazione del tipo "curva di Phillips"; per i diversi quantili della distribuzione dell'inflazione nel periodo 1980-2016, con coefficienti variabili nel tempo. Per distinguere il contributo delle pressioni di domanda interna rispetto a quella estera si costruisce inoltre una misura di output gap depurata dagli effetti delle fluttuazioni cicliche globali.

Sia le componenti interne che quelle estere contribuiscono all'andamento dell'inflazione, ma le prime risultano più rilevanti. Le pressioni della domanda interna sono più significative per tassi di inflazione elevati (nella parte destra della distribuzione), mentre quelle dei prezzi esteri e del tasso di cambio risultano uniformi. L'effetto delle fluttuazioni cicliche interne è aumentato nel tempo nella parte sinistra della distribuzione; le pressioni inflattive provenienti dall'estero sono invece cresciute per tutti i  quantili.

Testo della pubblicazione