N. 481 - Concorrenza nel settore bancario e nascita di nuove imprese

Go to the english version Cerca nel sito

di E. Bonaccorsi di Patti e G. Dell'Ariccia giugno 2003

Studi teorici ed empirici, basati sulla teoria tradizionale della concorrenza, mostrano che in mercati più concentrati la quantità di credito erogata è relativamente inferiore e i tassi di interesse sono più elevati, anche se in modo non necessariamente uniforme tra tipologie di clienti. Altri contributi hanno posto in luce come le imprese per le quali più difficile è la valutazione del merito di credito sulla base delle sole informazioni pubbliche – ossia caratterizzate da un elevato grado di opacità informativa – traggano beneficio da stretti rapporti di clientela con un intermediario creditizio. Il mantenimento di questi rapporti può, tuttavia, essere disincentivato da un grado eccessivo di concorrenza nel mercato del credito.

Il lavoro prende in esame l’effetto del grado di concorrenza nel settore bancario sulla nascita di imprese non finanziarie in Italia, effettuando un’analisi empirica della relazione tra diverse misure di concorrenza nei mercati bancari locali e il tasso di natalità delle imprese, sulla base di dati disaggregati a livello provinciale e settoriale per il periodo 1997-99. I risultati indicano che in media la relazione è non lineare: per gradi di concentrazione bassi si hanno tassi di natalità più elevati associati ad aumenti della concentrazione, mentre per gradi di concentrazione elevati l’effetto diviene negativo. Inoltre, nei mercati bancari più concentrati il tasso di natalità delle imprese nei settori caratterizzati da maggiore opacità è relativamente più elevato rispetto a quello dei settori caratterizzati da minori asimmetrie informative. Tuttavia, l’effetto positivo della concentrazione sulla nascita delle imprese è limitato a valori piuttosto bassi dell’indice di concentrazione e assume dimensioni economicamente rilevanti solo per alcuni settori.

Pubblicato nel 2004 in: Journal of Money Credit and Banking, v. 36, 2, pp. 225-251

Testo della pubblicazione