N. 661 - La criminalità organizzata in Italia: un'analisi economica

Go to the english version Cerca nel sito

di Sauro Mocetti e Lucia Rizzicadicembre 2021

Il lavoro analizza la diffusione a livello territoriale della criminalità organizzata in Italia e descrive i fattori di contesto che possono aver favorito la nascita delle mafie e la successiva diffusione al di là dei confini tradizionali. Esamina inoltre l'impatto sulla crescita economica della criminalità e i diversi canali attraverso cui tali effetti si manifestano. La analisi si basano sulla letteratura economica più recente e utilizzano nuove fonti informative.

Il lavoro presenta un nuovo indicatore sintetico della diffusione della criminalità, che evidenzia una crescente presenza delle mafie in alcune aree del Centro e del Nord. L'espansione territoriale è determinata da fattori economici e sociali, quali il PIL pro-capite e il grado di corruzione preesistenti nelle aree di destinazione. Nel lungo periodo, le aree oggetto di una più significativa presenza mafiosa hanno registrato tassi di crescita del valore aggiunto significativamente più bassi delle altre zone.

Testo della pubblicazione