Sistema per la valutazione della qualità dei crediti della Banca d'Italia (ICAS)In-house Credit Assessment System

Go to the english version Cerca nel sito

Il Consiglio Direttivo della BCE ha definitivamente approvato nel luglio 2013 il sistema "In-house Credit Assessment System" (ICAS) della Banca d'Italia destinato alla valutazione del rischio di credito dei prestiti utilizzati come garanzia nelle operazioni di politica monetaria dell'Eurosistema.

La disponibilità di un sistema ICAS ha ampliato il novero delle fonti di valutazione del rischio di credito delle attività non negoziabili disponibili per le controparti italiane. Analoghi sistemi di valutazione gestiti dalle singole banche centrali nazionali sono presenti anche in altri sette Paesi dell'Unione monetaria (Austria, Belgio, Francia, Germania, Slovenia, Spagna e Portogallo).

I principali obiettivi del sistema sono il contenimento del rischio finanziario per l’Eurosistema nello svolgimento delle operazioni di politica monetaria e la possibilità, per le controparti che non ricorrono a fonti alternative di valutazione, di disporre di una maggiore quantità di collaterale.

Il sistema ICAS, conformemente a quanto stabilito dall’Eurosistema in materia di sistemi di valutazione del merito di credito, si basa su una componente statistica (ICAS Stat) e su un successivo stadio di valutazione quali-quantitativa a cura di analisti finanziari (Expert System). Il sistema adotta una definizione di default che segue gli standard individuati in ambito Eurosistema, a loro volta coerenti con la definizione di Basilea.

La componente statistica si basa su modelli logistici di analisi discriminante e utilizza indicatori di tipo andamentale, rilevabili dalla Centrale dei Rischi, e indicatori di bilancio, al fine di produrre, con cadenza mensile, rating individuali per le società non finanziarie italiane. Il modulo statistico tratta imprese non finanziarie segnalate in Centrale dei Rischi, aventi almeno una esposizione superiore a 30.000 euro.

Nello stadio dell'Expert System, gli analisti hanno il compito di rivedere il rating automatico delle imprese i cui crediti possono essere assegnati come garanzia dell’Eurosistema. Essi possono apportare correttivi sulla base di informazioni quali-quantitative aggiuntive non colte direttamente dal modello statistico pervenendo, così, a un giudizio finale. Fra gli elementi valutati in questa fase vi sono, ad esempio, approfondimenti sull’analisi di bilancio; valutazione della financial flexibility e della capacità di autofinanziamento dell’impresa; analisi del gruppo di appartenenza e dei risultati consolidati; studio del settore di appartenenza e dei rischi peculiari del business; informazioni sulla corporate governance e il management e qualunque altra notizia rilevante che riguardi la società valutata.

Le valutazioni prodotte dall’ICAS sono utilizzate sia nell’ambito dello schema ordinario della politica monetaria dell’Eurosistema sia in quello temporaneo di allargamento delle garanzie stanziabili, il cosiddetto programma “Additional Credit Claims” (ACC), che consente alle Banche Centrali Nazionali dell’Eurosistema (BCN) di accettare crediti con criteri diversi rispetto a quelli generali, assumendosi in proprio i rischi finanziari conseguenti.

La possibilità di valorizzare le conoscenze del tessuto economico locale nel quale operano le imprese valutate ha condotto al coinvolgimento di analisti delle Filiali, secondo un modello prevalente anche presso gli analoghi sistemi delle altre BCN. Gli analisti sono tenuti al rispetto dei presidi per la riservatezza e la sicurezza delle informazioni adottate in ambito ICAS.

Il sistema ICAS della Banca d’Italia è gestito dal Servizio Gestione rischi finanziari, all'interno del Dipartimento Mercati e Sistemi di pagamento. Il sistema è sottoposto alla validazione interna e a un monitoraggio annuale dei parametri e della performance, secondo le regole comuni a tutti i sistemi utilizzati nell’ambito della politica monetaria unica. La probabilità di default prodotta dal sistema viene trasmesso al collateral management system ABACO (per ulteriori informazioni si rimanda alla consultazione della guida: "Strumenti di politica monetaria dell'Eurosistema - Guida per gli operatori" disponibile nella sezione dedicata ai compiti di politica monetaria).

ICAS della Banca d'Italia