N. 1062 - Market timing e attribuzione della performance nella gestione delle riserve per conto della BCE

Go to the english version Cerca nel sito

di Francesco Potente e Antonio Scalia aprile 2016

Le riserve valutarie ufficiali in tutto il mondo superano gli 11.000 miliardi di dollari e sono investite principalmente in titoli governativi e in altri strumenti liquidi. Mentre gli investimenti e la performance dei gestori privati di fondi sono oggetto di numerosi studi, la letteratura su come le Banche centrali investono le riserve valutarie è meno sviluppata.

Il lavoro analizza le scelte di investimento delle riserve in dollari effettuate dalle Banche centrali nazionali dell’Eurosistema per conto della BCE.

Dall’analisi dei risultati per gli anni 2006-10 emerge quanto segue.

In primo luogo, nella media dei gestori l’extra-rendimento rispetto al portafoglio di riferimento (al netto dei costi di transazione e di gestione) è positivo e pari a 10 punti base all’anno.

In secondo luogo, la principale fonte di extra-rendimento appare essere la selezione dei titoli, seguita dallo sfruttamento delle variazioni del differenziale di rendimento tra i titoli non governativi e quelli governativi.

Lo studio documenta inoltre che i gestori delle riserve della BCE adottano stili di investimento differenti tra loro, il che aumenta la probabilità che vengano realizzati posizionamenti di portafoglio statisticamente indipendenti. Anche questo fattore potrebbe influire positivamente sulla performance del portafoglio aggregato al netto del rischio.