Operazioni di finanziamento in valuta tramite asta

Go to the english version Cerca nel sito

Nell'ambito di una serie di azioni coordinate tra le principali banche centrali a seguito delle forti tensioni sui mercati finanziari e monetari, a partire dal mese di dicembre 2007 è stata data alle controparti la possibilità di accedere, mediante aste, a un finanziamento in dollari statunitensi. A partire dal 16 marzo 2020 vengono condotte, secondo il calendario pubblicato sul sito della BCE, operazioni di durata settimanale e a 84 giorni.

Dal 1 luglio 2020, la BCE, la Bank of England, la Bank of Japan e la Swiss National Bank, di concerto con la Federal Reserve, hanno deciso di ridurre la frequenza delle operazioni in dollari statunitensi di durata settimanale da giornaliera a tre volte alla settimana e di mantenere invariata la frequenza delle operazioni a 84 giorni.

Dal 1 settembre 2020,  le stesse banche centrali hanno deciso di ridurre ulteriormente la frequenza delle operazioni in dollari statunitensi di durata settimanale, a una volta alla settimana, mantenendo invariata la frequenza delle operazioni a 84 giorni.

Dal 1 luglio 2021, in considerazione dei continui miglioramenti alle condizioni di finanziamento in dollari statunitensi e della bassa domanda alle operazioni da loro condotte, la BCE, la Bank of England, la Bank of Japan e la Swiss National Bank, di concerto con la Federal Reserve hanno deciso di interrompere la conduzione di operazioni in dollari a 84 giorni.

La BCE e le altre banche centrali menzionate si dichiarano comunque pronte ad adattare l'offerta di dollari statunitensi a eventuali mutate condizioni di mercato, eventualmente anche reintroducendo l’operazione a 84 giorni, se necessario.

Istruzioni operative per la partecipazione e allegati