La Relazione annuale è pubblicata alla fine del mese di maggio ed è oggetto, in una riunione pubblica non limitata ai Partecipanti, di Considerazioni da parte del Governatore.

La Relazione contiene un'ampia analisi dei principali sviluppi dell'economia italiana e internazionale nell'anno precedente e nei primi mesi di quello in corso ed è corredata di un'appendice statistica diffusa solo online.

Dal 31 maggio 2013, in volume separato, è pubblicata la Relazione sulla gestione e sulle attività della Banca d'Italia, che fornisce un resoconto dell'attività svolta dalla Banca, dei risultati conseguiti e delle risorse utilizzate.

Per consultare i capitoli monografici contenuti nella Relazione annuale dal 2007 ad oggi, clicca qui.

Ultime pubblicazioni

Argomenti Correlati

Relazione sulla gestione e sulle attivitĂ  della Banca d'Italia

La Relazione sulla gestione e sulle attività della Banca d'Italia illustra l'attività della Banca condotta durante l’anno in qualità di istituzione partecipante al SEBC e all'Eurosistema, di autorità preposta alla tutela della sana e prudente gestione degli intermediari e della stabilità del sistema finanziario, di ente erogatore di servizi agli intermediari finanziari, agli organi dell'Amministrazione pubblica e ai cittadini. Ha inoltre l'obiettivo di fornire un resoconto puntuale dei risultati conseguiti e delle risorse utilizzate.

Il bilancio della Banca d'Italia

Il bilancio della Banca d’Italia è costituito dallo stato patrimoniale, dal conto economico e dalla nota integrativa; è inoltre corredato, ai sensi dell’art. 37 dello Statuto, dalla relazione sulla gestione che è parte integrante della rendicontazione.

La Banca d'Italia. Funzioni e obiettivi

La Banca d'Italia influenza con la sua azione la vita quotidiana dei cittadini in molti modi, ma lo fa per lo più in maniera indiretta, attraverso gli effetti che esercita sul comportamento degli intermediari finanziari e sul funzionamento dei mercati. Questa pubblicazione intende descriverne le attività cercando di conciliare il più possibile l'accuratezza delle informazioni con la semplicità del linguaggio.