Cooperazione tecnica internazionale

Go to the english version Cerca nel sito

Dall'inizio degli anni novanta la Banca d'Italia organizza iniziative di formazione e consulenza a beneficio di istituzioni omologhe dei paesi emergenti, contribuendo al rafforzamento delle capacità istituzionali delle autorità beneficiarie e promuovendo la stabilità finanziaria internazionale.

Le istituzioni beneficiarie appartengono in maggioranza a nuovi Stati membri dell'Unione europea (UE) che non hanno ancora adottato l'euro, paesi candidati e potenziali candidati all'ingresso nella UE, paesi del Mediterraneo, Europa orientale e Caucaso destinatari della cosiddetta politica europea del Vicinato e altre economie emergenti.

Le materie oggetto di cooperazione riguardano le funzioni istituzionali (banca centrale, inclusi sistemi di pagamento e tesoreria, ricerca economica e statistiche, vigilanza, circolazione monetaria) e le attività di supporto (informatica, internal audit, controlli, ecc.).

Le iniziative sono svolte da personale della Banca particolarmente qualificato e con lunga esperienza nelle discipline trattate, offrendo una docenza che combina aspetti teorici e applicativi. Per fornire ai partecipanti una molteplicità di punti di vista, talvolta l'Istituto invita esperti provenienti da altre banche centrali, istituzioni internazionali e autorità italiane.

Le iniziative di cooperazione della Banca d'Italia comprendono:

Seminari e workshop internazionali

La Banca d'Italia organizza regolarmente seminari internazionali e workshop aperti a banche centrali e autorità finanziarie di paesi emergenti. Queste iniziative costituiscono utili occasioni di scambio di conoscenze, idee ed esperienze contribuendo a rafforzare i legami tra paesi.

I temi di queste iniziative sono scelti annualmente sulla base della loro rilevanza e attualità; tengono conto anche dell'interesse da parte delle istituzioni beneficiarie e delle specifiche esigenze emerse nelle sedi di coordinamento internazionale. Mentre i seminari offrono una panoramica generale dei temi trattati, i workshop sono iniziative più brevi, con focus tematico e rivolte a specialisti.

La partecipazione è su invito e non sono previste spese di iscrizione; in alcuni casi è offerto il soggiorno in albergo, mentre le spese di viaggio sono a carico dei beneficiari. Di norma il numero dei partecipanti è limitato (circa 25 per i seminari e 15 per i workshop. La lingua di lavoro è l'inglese).

Maggiori informazioni circa i contenuti delle iniziative recenti e le modalità di partecipazione sono disponibili all'interno della pubblicazione semestrale International Technical Cooperation Newsletter.

I dettagli delle iniziative per il 2017 sono disponibili più in basso in questa stessa pagina, mentre di seguito sono elencate quelle in programma per il 2018 con i link a una breve descrizione.

Roma, 15-16 febbraio 2018
Roma, 1-2 marzo 2018
Roma, 12-13 aprile 2018
Roma, 16-18 maggio 2018
Roma, 20-22 giugno 2018
Roma, 8-9 ottobre 2018
Roma, 12-14 novembre 2018
Roma, 12-14 dicembre 2018
Roma, febbraio 2019 (data da definire)

 

^Torna in alto

Programmi multilaterali di capacity building

La Banca d'Italia partecipa a numerose iniziative multilaterali di capacity building finanziate dalla UE, inclusi i gemellaggi amministrativi e i programmi congiunti dell’Eurosistema; partecipa inoltre ad analoghe iniziative promosse da organismi internazionali (come il Fondo monetario internazionale e la Banca Mondiale).

I gemellaggi amministrativi in ambito UE e i programmi dell'Eurosistema a favore di banche centrali e autorità finanziarie sono indirizzati ai paesi inclusi nelle politiche di cooperazione della UE. Il loro obiettivo è facilitare il processo di adeguamento all'acquis communautaire e l'adozione dei migliori standard europei da parte di questi paesi. Si tratta in genere di interventi di medio e di lungo periodo, svolti prevalentemente presso il paese beneficiario, che prevedono obblighi e responsabilità contrattuali sia per l'istituzione beneficiaria sia per quella che offre formazione e consulenza.

I primi gemellaggi in ambito UE cui l'Istituto ha collaborato sono stati in favore di Bulgaria, Polonia, Romania, Repubblica Ceca e Turchia. Nel gemellaggio con la Banca centrale d'Albania la Banca d'Italia ha assunto il ruolo di project leader. La Banca partecipa regolarmente ai programmi dell'Eurosistema: ha collaborato a quelli in favore delle banche centrali di Egitto e Russia e a quelli in favore delle Banche centrali dei paesi candidati e potenziali candidati all'ingresso nella UE.

^Torna in alto

Iniziative di tipo bilaterale

La Banca d'Italia si attiva per rispondere, per quanto possibile, a specifiche richieste di informazioni o visite di studio provenienti da banche centrali e autorità finanziarie beneficiarie dell'attività di cooperazione tecnica.

^Torna in alto

Contatti

e-mail: bdi.cooperation@bancaditalia.it

Argomenti Correlati

Newsletter sulla cooperazione tecnica internazionale

Pubblicazione a cadenza semestrale, redatta in lingua inglese, volta a illustrare le attività di cooperazione tecnica svolte dalla Banca d’Italia.