Indagine sul costo dei conti correnti nel 2016

Go to the english version Cerca nel sito

La Banca d'Italia svolge annualmente l'indagine sull'onerosità dei conti correnti delle famiglie; l'indagine rileva gli oneri e le commissioni effettivamente addebitati alla clientela nel corso dell'anno. La rilevazione è stata condotta nel corso del 2017 su un campione di oltre 14.000 clienti, distribuiti su 618 sportelli bancari e 52 sportelli postali; per la prima volta sono stati inclusi 836 conti on line, rivolti ciò a clienti che utilizzano in via prevalente canali alternativi allo sportello fisico (per approfondimenti sulla composizione e sulla rappresentatività statistica del campione, si rinvia al documento pubblicato sul sito della Banca d'Italia).

Nel 2016 la spesa media di gestione dei conti correnti è stata pari a 77,6 euro con un aumento di circa 1,1 euro rispetto all'anno precedente. La crescita deriva dai maggiori canoni per carte di credito e di debito e dalle maggiori commissioni pagate per le operazioni effettuate; l'operatività media dei conti è lievemente diminuita da 144 a 143 operazioni.

Nel 2016, gli oneri per le commissioni di messa a disposizione dei fondi sulle aperture di credito in conto corrente sono rimasti stabili intorno all'1,6 per cento del credito accordato; le commissioni unitarie di istruttoria veloce (CIV) sugli scoperti di conto sono diminuite sia per i conti affidati (da 29,7 a 25,5 euro) sia per quelli non affidati (da 26,9 a 19,3 euro) e sono state accompagnate da una significativa riduzione dell'ammontare degli sconfinamenti; anche le CIV contrattuali hanno evidenziato una netta diminuzione tra il 2015 e il 2016.

La percentuale di clienti esentati dal pagamento di commissioni sugli affidamenti e gli scoperti di conto è rimasta stabile rispetto alla precedente indagine e pari al 39 per cento dei clienti affidati e al 77 per cento dei clienti non affidati; i clienti esentati tendono a sconfinare più raramente, per un minore importo e per una durata inferiore rispetto ai clienti non esentati; l’esenzione del pagamento della commissione non sembra essere compensata dal pagamento di più elevati interessi sulle somme prese in prestito.

La rilevazione corrente ha incluso per la prima i conti bancari on line, rivolti a clienti che utilizzano in via prevalente canali alternativi allo sportello fisico; i conti on line risultano significativamente meno onerosi rispetto ai conti tradizionali, il loro costo è pari a 14,7 euro.

Un resoconto dettagliato dei risultati dell'indagine, completo di un'appendice sulla costruzione del campione e sul calcolo delle stime, è pubblicato su questo sito alla pagina "Vigilanza › Analisi sul sistema bancario e finanziario".

Allegati