N. 482 - Le determinanti della domanda turistica estera: separazione delle elasticità in margine estensivo e intensivo

Go to the english version Cerca nel sito

di Emanuele Breda e Giacomo Oddo gennaio 2019

Il lavoro stima le elasticità della domanda turistica estera dell'Italia ai prezzi relativi e ai tassi di cambio reali e nominali. Suddividendo la spesa turistica complessiva in numero di arrivi e spesa pro capite, gli effetti delle variabili esplicative possono essere disaggregati in un margine estensivo e in uno intensivo. Tale scomposizione aiuta a chiarire i motivi dei risultati discordanti trovati in letteratura e consente un'interpretazione più articolata delle elasticità.

Le elasticità della spesa turistica a variazioni dei prezzi relativi e dei tassi di cambio nominali e reali sono negative e comprese tra -0,5 e -0,7, in linea con quanto precedentemente trovato in letteratura. L'effetto è trasmesso alla spesa principalmente tramite il margine estensivo (numero di arrivi). Il Sud Italia presenta elasticità di prezzo maggiore del resto del Paese, indicando una maggiore esposizione alla concorrenza di altre destinazioni del Mediterraneo.

Testo della pubblicazione