Il 25 maggio 2017 è stato pubblicato il Codice Globale del mercato dei cambi.

Il Codice raccoglie un insieme di principi riconosciuti a livello internazionale come buone prassi per l’operatività sul Mercato dei cambi con lo scopo di promuoverne l’integrità, la trasparenza e la liquidità e di favorire l’armonizzazione delle buone prassi a livello globale.

Il Codice, nato da un’iniziativa della Banca dei Regolamenti Internazionali, deriva dalla collaborazione tra le Banche centrali e il settore privato. Esso non ha natura legale, ma di indirizzo generale e dovrebbe essere utilizzato come complemento alle prassi e alla normativa vigenti a livello locale, al fine di uniformare gli standard e rendere condivisibili le regole di comportamento a livello globale.

Esso tratta temi di rilievo per il mercato dei cambi quali l’etica, la governance, l’esecuzione degli ordini, l’utilizzo delle informazioni, il sistema dei controlli interni, la gestione dei rischi, nonché la conferma e il regolamento delle operazioni.

L'affermazione del Codice nel mercato e la sua efficacia nel raggiungere gli obiettivi che persegue dipenderanno fortemente dal grado di adesione volontaria dei partecipanti al mercato. Per tale motivo è stata elaborata una strategia per supportare l’affermazione del Codice ("Report on adherence"), nell'ambito della quale sia le Banche centrali sia gli operatori di mercato sono chiamati a svolgere un importante ruolo. Le Banche centrali, in particolare, sono chiamate a fungere da esempio con la propria adesione al Codice e a svolgere un'attività di stimolo nei confronti degli operatori.

In allegato al Codice è stato pubblicato anche lo "Statement of Commitment" (Dichiarazione di Impegno), attraverso il quale i partecipanti al mercato possono volontariamente affermare di impegnarsi ad aderire ai suoi principi. La Dichiarazione di Impegno può essere resa pubblica sul proprio sito web o sui registri pubblici, che attualmente sono in fase di predisposizione.

La Banca d'Italia, contemporaneamente a 14 Banche centrali del SEBC inclusa la BCE, si è impegnata pubblicamente al sostegno e al rispetto del Codice tramite la firma della Dichiarazione di Impegno il 29 novembre 2017. Le rimanenti Banche centrali del SEBC, seguendo un approccio armonizzato, stanno lavorando per allineare le prassi operative interne ai dettami del Codice. Il lavoro di adeguamento si completerà con la pubblicazione della Dichiarazione di Impegno al massimo entro maggio 2018.

Il SEBC sta inoltre proseguendo l’attività di promozione del Codice presso le associazioni di categoria e le controparti sul mercato dei cambi.

Dichiarazione di Impegno

Approfondimenti