FinTech: che cosa è

Con il termine inglese FinTech ci si riferisce alla Financial Technology, ossia all'offerta di servizi di finanziamento, di pagamento, di investimento e di consulenza ad alta intensità tecnologica, che comportano forti spinte innovative nel mercato dei servizi finanziari.

Il ruolo delle Autorità pubbliche e della Banca d'Italia

In questo contesto di innovazione tecnologica finanziaria, le Autorità pubbliche sono chiamate a svolgere un'attenta analisi dei fenomeni in atto per identificare iniziative e interventi che salvaguardino l'interesse pubblico garantendo in tal modo un adeguato equilibrio tra opportunità e rischi del processo innovativo.

A tale scopo, la Banca d'Italia partecipa attivamente ai lavori di comitati e organismi internazionali per definire un quadro di regole armonizzate volte a sostenere uno sviluppo virtuoso dell'innovazione finanziaria. Tra questi rientrano il Comitato sulla Stabilità Finanziaria, il Comitato di Basilea e, in Europa, la Banca Centrale Europea (BCE), l'Autorità Bancaria Europea (EBA) e l'Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati (ESMA).

La Banca d'Italia segue con interesse gli sviluppi della tecnologia in campo finanziario per le potenzialità che essi aprono in termini di ampliamento dei canali di offerta di servizi agli utenti (consumatori e imprese), di riduzione dei costi, di miglioramento della qualità dei servizi, di inclusione finanziaria.

Nel perseguire i propri obiettivi istituzionali, la Banca d'Italia vuole rafforzare la sua capacità di analisi dell'evoluzione dei mercati finanziari e, nel contempo, aprire un canale di dialogo con gli operatori che intendono proporre soluzioni tecnologiche e organizzative innovative nell'area dei servizi finanziari, anche per favorire una maggiore attrattività del mercato domestico.

L'iniziativa "Canale FinTech"

Obiettivo

Nel dare avvio a questa iniziativa - denominata Canale FinTech - la Banca d'Italia intende accompagnare i processi di innovazione nell'ambito del quadro regolamentare anche in una logica evolutiva. A supporto di tale obiettivo, in questa pagina sono pubblicati informazioni e documenti utili a seguire gli sviluppi del quadro di riferimento regolamentare, a livello nazionale e internazionale (vedi di seguito in "APPROFONDIMENTI").

La Banca d'Italia attiva inoltre il nuovo punto di contatto canale-fintech@bancaditalia.it, attraverso il quale gli operatori possono prospettare progetti nel campo dei servizi finanziari connotati da caratteristiche di innovazione riferite sia alla tipologia dei servizi offerti sia alla tecnologia utilizzata per la loro fornitura (ad esempio "blockchain", intelligenza artificiale, machine learning, big data).

Chi può rivolgersi a "Canale FinTech"

Possono rivolgersi alla Banca d'Italia, tramite il nuovo punto di contatto, le start-up attive e le imprese che propongono soluzioni tecnologiche a banche e intermediari finanziari o questi ultimi se direttamente coinvolti nello sviluppo di soluzioni innovative nell'area dei servizi finanziari.

Le richieste saranno sottoposte a un vaglio multifunzionale con un approccio flessibile, nei tempi e nelle modalità, rispetto alle singole situazioni in esame. Nel corso del confronto saranno forniti riscontri agli operatori, ad esempio attraverso incontri o contatti telefonici.

Modalità

Il confronto con la Banca d'Italia prende avvio con la compilazione e l'inoltro di un modulo che mira a raccogliere agilmente informazioni relative alle caratteristiche generali del progetto e ad alcuni aspetti specifici dello stesso in merito a norme applicabili, modelli di business, potenziali problemi di compliance.

Modulo

Approfondimenti