È nato a Siena il 10 agosto del 1960. Ha studiato all'Università di Siena, dove si è laureato con lode in Scienze Statistiche ed Economiche nel 1984.

Nel 1985 entra nel Servizio Studi della Banca d'Italia, dove si occupa delle indagini campionarie sulle famiglie e sulle imprese. Tra il 1992 e il 1998 lavora a Firenze, al Nucleo regionale di ricerca economica della Banca, dove studia l'economia e il sistema bancario regionale.

Nel 1998 torna al Servizio Studi, come coordinatore dei Nuclei regionali di ricerca e diviene successivamente titolare della Divisione Analisi territoriali.

Nel 2011 è nominato capo del Servizio Statistiche economiche e finanziarie, denominato Servizio Statistiche dal 27 gennaio 2014.

Dal 15 giugno 2015 è Vice Capo del Dipartimento Economia e statistica.

Ha fatto parte del Comitato statistico della Banca centrale europea, e del Comitato per le statistiche monetarie, bancarie e della bilancia dei pagamenti dell'Unione europea.

È stato membro del Comitato di indirizzo e coordinamento dell’informazione statistica del Sistema statistico nazionale.

È componente della Commissione per la garanzia della qualità dell’informazione statistica.

Ha scritto numerosi saggi sui temi della distribuzione del reddito e della ricchezza e su aspetti di economia territoriale. Tra i volumi pubblicati si ricordano: Imprese o intermediari? Aspetti finanziari e commerciali del credito tra imprese in Italia (con S. Chiri e M. Omiccioli, Il Mulino 2005); Il sistema finanziario e il Mezzogiorno. Squilibri reali e divari finanziari (con F. Panetta, Cacucci, 2006); La ricchezza degli italiani (con G. D’Alessio, Il Mulino 2006); Critica della ragione meridionale (con M. Magnani e G. Pellegrini, Laterza, 2010).