Quesiti tecnico-informatici

Go to the english version Cerca nel sito

T10 - Come si registra e si abilita un operatore?

Le imprese convocate per la prima volta a partecipare ad una edizione del Direct reporting devono riferirsi alla comunicazione della Banca d’Italia con la quale vengono trasmessi il codice partner e il modulo di abilitazione (Mod. RA). Tale comunicazione viene spedita via posta certificata, in prossimità dell’avvio di ogni edizione.

La persona addetta a segnalare per conto dell’impresa, prima di effettuare la produzione delle segnalazioni, dovrà attenersi al seguente iter operativo:

  • registrazione dei propri dati nell’ambiente di raccolta dati https://infostat.bancaditalia.it/Infostat/DR/ con scelta di username e password;
  • attivazione di username e password a seguito della ricezione dell’e-mail generata automaticamente dopo la registrazione;
  • trasmissione del Mod. RA, sottoscritto da un responsabile della società segnalante, all’indirizzo PEC rst@pec.bancaditalia.it o, in via residuale, al numero di fax 0647928858 (in quest’ultimo caso, è necessario allegare copia del tesserino societario o documento di identità del firmatario).

Ad abilitazione avvenuta, l’operatore riceverà una e-mail di notifica.

T20 - Le utenze registrate in precedenti edizioni rimangono attive?

Sì e si può continuare ad utilizzarle. Non occorre quindi rinnovare le abilitazioni ad ogni nuova edizione del Direct Reporting.

T30 - Come ci si registra?

Per effettuare la registrazione collegarsi all’ambiente di Raccolta dati, scegliere la funzione “Registrazione” e compilare il modulo con i dati richiesti: username e password verranno scelte dall’operatore.

L’operatore riceverà un’e-mail contenente un link per attivare le credenziali.

Si consiglia di prendere nota della username e della password, che devono essere fornite ad ogni accesso all’ambiente di Raccolta dati.

T40 - Cosa fare in caso di password dimenticata?

Dalla funzione “Se ha dimenticato la sua password, clicchi qui”,  presente nella pagina iniziale dell’ambiente di Raccolta dati, l’operatore può, indicando la propria username, attivare la procedura di reset password, seguendo poi le istruzioni che gli verranno fornite.

T50 - Perché non si entra nell’ambiente di Raccolta dati, appena registrati?

Il processo di registrazione prevede l’attivazione dell’utenza tramite un apposito link (in formato HTML) riportato nell’e-mail che viene spedita, a fine iscrizione, all’indirizzo indicato dall’operatore.

L’attivazione va necessariamente eseguita entro 72 ore, trascorse le quali sarà necessario ripetere ex novo la procedura di registrazione.

T60 - Come si abilita un operatore per conto di un partner?

È possibile ottenere l’abilitazione ad operare per conto di un partner con diverse modalità.

Se, per la stessa Società (Partner), non è già attivo un altro operatore:

  • compilare il modulo di richiesta di abilitazione diretta (Mod. RA), a firma di un responsabile dell’azienda;
  • inoltrare detto modulo all’indirizzo di posta elettronica certificata rst@pec.bancaditalia.it o, in via residuale, al numero di fax 0647928858 (in quest’ultimo caso, è necessario allegare copia del tesserino societario o documento di identità del firmatario).

Al momento dell’abilitazione l’operatore riceverà una e-mail di notifica.

Se, per la stessa Società (Partner), è già attivo un altro operatore, in qualità di Gestore:

  • collegarsi all’ambiente di Raccolta dati https://infostat.bancaditalia.it/Infostat/DR/;
  • autenticarsi, utilizzando la username e la password scelte durante la registrazione;
  • accedere alla funzione “Richiedi delega” ed inserire il codice Partner della Società per cui si richiede l’abilitazione a segnalare.

L’operatore già attivo per la Società provvederà ad abilitare il richiedente tramite la funzione “Gestione Abilitazioni”, presente nella sua home page nell’ambiente di Raccolta dati, scegliendo tra i due profili possibili: Operatore o Gestore.

T70 - Esistono diversi tipi di abilitazione?

Sì, sono previsti due profili: Gestore e Operatore.

Il Gestore, oltre ad essere abilitato all’invio dei dati, può abilitare altri operatori per conto dello stesso partner; questo è il profilo di chi richiede l’abilitazione trasmettendo il modulo di richiesta di abilitazione diretta (Mod. RA).

L’Operatore è stato autorizzato dal gestore alla sola attività di compilazione e trasmissione delle singole rilevazioni.

T80 - È possibile avere più operatori per uno stesso partner?

Sì. L’operatore abilitato con il profilo di Gestore, oltre ad inviare le segnalazioni, può abilitare altri soggetti all’invio dei dati per lo stesso partner.

L’abilitazione fornita a questi ultimi può essere di tipo “Gestore” ovvero di tipo “Operatore”, cioè limitata all’attività di compilazione e trasmissione.

T90 - Un operatore può inviare segnalazioni per più partner?

Sì, basterà ripetere, per ogni partner, le procedure di abilitazione (tramite Mod. RA oppure richiesta delega).

Questo è l’assetto consigliato, da preferire alla possibilità di attivare un numero di utenze pari al numero di partner gestiti, perché consente di utilizzare il software di produzione segnalazioni (PSDR), messo a disposizione dalla Banca, in un’unica configurazione (senza doverne modificare, di volta in volta, le credenziali di connessione): il passaggio da un partner all’altro è consentito dal menù “Gestione dati” › “Cambia segnalante”.

T100 - Come si produce una segnalazione?

Per la produzione di segnalazioni, si può procedere in due modi alternativi:

  • con strumenti propri, creando flussi secondo le specifiche tecniche (formato XBRL) pubblicate nella sezione del sito della Banca dedicata all’edizione in corso del Direct reporting , sottosezione Produzione segnalazioni - XBRL. La trasmissione dei file deve essere effettuata attraverso l’ambiente di Raccolta dati;
  • utilizzando il prodotto di data entry denominato PSDR distribuito gratuitamente dalla Banca d’Italia tramite la pagina http://psdr.bancaditalia.it/PSDR/. Tale prodotto offre una serie di funzionalità ulteriori, oltre alle semplici funzionalità di data entry.

Per la produzione di segnalazioni nulle, si può procedere in due modi alternativi:

  • tramite il PSDR, selezionando, nella maschera “Dettaglio Scadenza (Compilazione e Trasmissione Questionari)”, l’opzione di trasmissione “Segnalazione Nulla” e premendo il tasto “Esegui Trasmissione”;
  • dall’ambiente di Raccolta dati, senza installare alcun software, seguendo le istruzioni riportate di seguito:
    • eseguire il login con username e password scelte in fase di registrazione;
    • selezionare la funzione “Accedi ai Servizi”;
    • scegliere partner (nel caso in cui l’operatore sia abilitato ad operare per più imprese), rilevazione e data contabile di interesse;
    • premere il pulsante Consegna;
    • spuntare la casella “Segnalazione nulla o negativa”, come tipo di consegna;
    • premere il pulsante Consegna.

T110 - Le segnalazioni si possono produrre solo con il PSDR?

Oltre al software PSDR, è possibile utilizzare un software proprio, purché la produzione dei flussi rispetti le specifiche tecniche (formato XBRL) pubblicate nella sezione del sito della Banca dedicata all’edizione in corso del Direct reporting , sottosezione Produzione segnalazioni - XBRL. La trasmissione dei file deve essere effettuata attraverso l’upload nell’ambiente di Raccolta dati.

T120 - Il PSDR utilizzato nelle precedenti edizioni può essere impiegato anche per l’attuale?

Sì, il prodotto di data entry PSDR, messo a disposizione dalla Banca, consente di gestire le modifiche apportate tra un’edizione e l’altra, acquisendo, automaticamente ad ogni connessione con il sito Internet della Banca, gli aggiornamenti effettuati in prossimità dell’inizio della nuova edizione. E’ comunque possibile sollecitare manualmente l’allineamento del calendario delle scadenze, tramite la funzione “Aggiorna dati” del menù “Strumenti”.

T130 - Come si inviano i questionari compilati nel PSDR?

Per l’invio dei questionari compilati nel PSDR è possibile procedere in due modi.

Tramite il PSDR:

  • selezionare l’opzione di trasmissione “Questionario Compilato”, nella pagina “Dettaglio Scadenza (Compilazione e Trasmissione Questionari)”;
  • premere il pulsante “Esegui Trasmissione”.

Qualora vengano richieste le credenziali, si precisa che si tratta delle username e password scelte in fase di registrazione nell’ambiente di Raccolta dati.

Tramite upload nell’ambiente di Raccolta dati:

  • creare il file da trasmettere tramite la funzione “Produci XBRL” dal menù “Importazioni/Esportazioni” del PSDR;
  • effettuare il login all’ambiente di Raccolta dati con username e password scelte in fase di registrazione;
  • selezionare la funzione “Accedi ai Servizi”;
  • scegliere partner (nel caso in cui l’operatore sia abilitato ad operare per più imprese), rilevazione e data contabile di interesse;
  • premere il pulsante Consegna;
  • spuntare la casella “Invio”, come tipo di consegna;
  • premere il pulsante Aggiungi File;
  • cercare e richiamare il file XBRL prodotto nel PSDR;
  • premere il pulsante Consegna.

In entrambi i casi sarà prodotto un messaggio di conferma riportante il numero di protocollo attribuito alla segnalazione inviata, inoltre l’operatore riceverà una e-mail di notifica.

T140 - Come si inviano i questionari compilati con software diversi dal PSDR?

I questionari non compilati con il PSDR devono essere trasmessi tramite upload nell’ambiente di Raccolta dati, esclusivamente in formato XBRL (l’estensione dei file può essere XML o XBRL):

  • effettuare il login all’ambiente di Raccolta dati con username e password scelte in fase di registrazione;
  • selezionare la funzione “Accedi ai Servizi”;
  • scegliere partner (nel caso in cui l’operatore sia abilitato ad operare per più imprese), rilevazione e data contabile di interesse;
  • premere il pulsante Consegna;
  • spuntare la casella “Invio”, come tipo di consegna;
  • premere il pulsante Aggiungi File;
  • cercare e richiamare il file XBRL o XML;
  • premere il pulsante Consegna.

T150 - Cosa fare in assenza di dati da segnalare?

Per tutti i questionari, ad eccezione dell’EMF (per il quale non è dovuto nessun invio in caso di assenza di eventi da segnalare) è necessario effettuare una “segnalazione nulla”.

Tramite il PSDR:

  • selezionare l’opzione di trasmissione “Segnalazione Nulla”, nella maschera “Dettaglio Scadenza (Compilazione e Trasmissione Questionari)”;
  • premere il tasto “Esegui Trasmissione”.

Dall’ambiente di Raccolta dati, senza installare alcun software:

  • effettuare il login all’ambiente di Raccolta dati con username e password scelte in fase di registrazione;
  • selezionare la funzione “Accedi ai Servizi”;
  • scegliere partner (nel caso in cui l’operatore sia abilitato ad operare per più imprese), rilevazione e data contabile di interesse;
  • premere il pulsante Consegna;
  • spuntare “Segnalazione nulla o negativa”, come tipo di consegna;
  • premere il pulsante Consegna.

In entrambi i casi sarà prodotto un messaggio di conferma riportante il numero di protocollo attribuito alla segnalazione inviata, inoltre l’operatore riceverà una e-mail di notifica.

T160 - Le segnalazioni inviate si possono vedere nell’ambiente di Raccolta dati?

No, per garantire una migliore protezione dei dati, le segnalazioni inviate non possono essere visualizzate nell’ambiente di Raccolta dati. Nella sezione “Messaggi”, è però possibile controllare lo stato degli invii relativi ai partner per i quali si è abilitati.

La funzione di consultazione messaggi consente di visualizzare i principali elementi identificativi dei messaggi e i relativi allegati, distinguendo tra “Messaggi Inviati” (es. segnalazioni) e “Messaggi Ricevuti” (es. rilievi, notifiche). E’ possibile filtrare le comunicazioni utilizzando i parametri di ricerca previsti dall’interfaccia.

Dall’elenco dei messaggi, selezionando la riga riferita a quello di interesse, si attiva l’apertura di una finestra contenente i dettagli.

La funzione di consultazione può essere richiamata anche dallo scadenzario nella sezione “Accedi ai servizi” ma, in questo caso, saranno visualizzati solo i messaggi riferiti alla rilevazione e alla data contabile scelte.

T170 - Cosa fare se si riceve un messaggio d’errore, dopo aver inviato un questionario?

Occorre inviare il questionario opportunamente corretto: il secondo invio sostituisce integralmente quello precedente.

In particolare, per procedere al nuovo invio dal PSDR, occorre raggiungere la pagina “Compilazione e trasmissione questionari”, aprire il questionario che si intende ritrasmettere e, premere il pulsante “Contenuto non modificabile....” (rappresentato da un’icona con due frecce verdi in circolo) per rendere modificabile il contenuto.

Scelta la sezione su cui intervenire, le segnalazioni inserite sono raccolte, una per riga, nella lista presente nella parte inferiore della finestra del PSDR (su fondo grigio).

Per effettuare modifiche, occorre selezionare la riga di interesse da tale lista e correggere i dati così richiamati nella parte centrale della finestra (su fondo bianco).

Apportate le modifiche, salvare ed effettuare il controllo sui dati inseriti (dal menù “Questionario”, scegliere la voce “Controlla”).

T180 - Come si installa il PSDR?

L’applicazione è scaricabile dalla pagina http://psdr.bancaditalia.it/PSDR/, al termine del download il software, viene avviato automaticamente.
In caso di prima installazione compare la finestra di configurazione per l’inserimento di username e password (scelte in fase di registrazione nell’ambiente di Raccolta dati).
E’ possibile registrare le credenziali in ogni momento o inserirle di volta in volta, quando richiesto.

Per modificare la posizione di default del database si consiglia di consultare le “Note d’installazione” riportate all’inizio della pagina http://psdr.bancaditalia.it/PSDR/.

T190 - Cosa fare se non si aggiorna il calendario delle scadenze?

Inserite le credenziali (username e password) dell’ambiente di Raccolta dati, l’applicazione provvede - automaticamente in fase di prima installazione, quindi mediante la funzione “Aggiorna dati” dal menù “Strumenti” - a scaricare le personalizzazioni (il codice partner e il calendario dei questionari attesi) relative ai partner per i quali l’operatore è abilitato.

Il calendario delle scadenze delle rilevazioni Direct Reporting è reso disponibile in prossimità della data di avvio della nuova edizione.

Nel caso in cui, per motivi tecnici, non sia possibile collegarsi con l’ambiente di Raccolta dati per scaricare le personalizzazioni, si deve procedere con le funzioni manuali del PSDR.

In particolare, occorre effettuare:

  • l’inserimento manuale del codice partner accedendo alla funzione “Segnalante” del menù “Gestione Dati”;
  • l’inserimento delle scadenze previste per le varie rilevazioni, accedendo alla funzione “Opzioni avanzate > Gestione scadenze” del menù “Gestione Dati”. Le scadenze da impostare devono essere quelle previste dal proprio profilo di appartenenza e riepilogate nella sezione del sito della Banca dedicata al Direct Reporting.

T200 - Cosa fare dopo aver avviato il PSDR?

Al primo avvio, selezionato il partner per il quale si intende operare, il PSDR rileva che non sono presenti le informazioni relative all’ “Anagrafica del Segnalante” (sezioni A e B dei questionari). Viene quindi automaticamente aperta la maschera di Gestione Segnalanti attraverso cui è possibile inserire le informazioni mancanti. Queste informazioni sono comuni a tutte le rilevazioni e vengono automaticamente allegate a tutti i questionari. È possibile procedere al completamento o alla modifica dei dati in una fase successiva, prima dell’invio dei questionari compilati. Per informazioni sulla compilazione dei vari campi dell’Anagrafica si può fare riferimento alla voce “Anagrafica Segnalante” dell’help on line.

La compilazione della sezione C (Contatti) consente di indicare i dati di un referente che verranno automaticamente allegati a tutti i questionari compilati per il partner specificato. E’ comunque possibile, in sede di compilazione del singolo questionario, utilizzare un diverso referente.

Inserite e salvate le informazioni relative alle sezioni A, B e C, per un partner, è possibile:

  • compilare le informazioni anagrafiche per eventuali altri partner;
  • chiudere l’ “Anagrafica del Segnalante” e procedere, dal calendario delle scadenze, alla compilazione delle altre sezioni del questionario, per il medesimo partner.

T210 - Cosa si intende per “periodo di riferimento”?

Il periodo di riferimento è l’intervallo di tempo o la specifica data cui si riferiscono, rispettivamente, i dati di flusso o di consistenza oggetto del questionario: per le rilevazioni EMF e OMF è il mese, per la rilevazione TTN è il trimestre, mentre per la rilevazione CAF è rappresentato dall’ultimo giorno dell’anno.

T220 - Come si accede all’help-on-line del PSDR?

In tutte le fasi di compilazione dei questionari, tramite il tasto F1, è possibile attivare l’help di campo che apre l’help generale posizionandosi sulle istruzioni riferite alla compilazione del campo stesso. La combinazione di tasti Ctrl+F1 consente invece la visualizzazione della sola parte di help interessata.

T230 - Come entrare in un questionario del PSDR?

Il calendario delle scadenze rappresenta l’insieme dei questionari e delle relative scadenze, con vari colori e descrizioni viene evidenziato lo stato del questionario: atteso, inviato, compilato (quindi in attesa di essere inviato), scaduto.

Sono contrassegnate con un bordo giallo le rilevazioni dovute per la scadenza più vicina alla data corrente.

Premendo sulla colonna relativa alla data prescelta si accede alla pagina di dettaglio della scadenza “Compilazione e Trasmissione Questionari”.

L’accesso alla compilazione avviene premendo il pulsante “Apri” sottostante alla sigla del questionario d’interesse.

T240 - Come si modifica una segnalazione inserita nel PSDR?

Scelta la sezione su cui intervenire, le segnalazioni inserite sono raccolte, una per riga, nella lista presente nella parte inferiore della finestra del PSDR (su fondo grigio).

Per effettuare modifiche, occorre selezionare la riga di interesse da tale lista e correggere i dati così richiamati nella parte centrale della finestra (su fondo bianco).

Apportate le modifiche, salvare ed effettuare il controllo sui dati inseriti (dal menù “Questionario”, scegliere la voce “Controlla”).

T250 - Come inviare le segnalazioni quando il PSDR non si connette a Internet?

Occorre esportare i dati in XBRL utilizzando la funzione “Produci XBRL” dal menù “Importazioni/Esportazioni”, salvandoli in una cartella del computer e poi procedere con l’upload manuale:

  • effettuare il login all’ambiente di Raccolta dati con username e password scelte in fase di registrazione;
  • selezionare la funzione “Accedi ai Servizi”;
  • scegliere partner (nel caso in cui l’operatore sia abilitato ad operare per più imprese), rilevazione e data contabile di interesse;
  • premere il pulsante Consegna;
  • spuntare la casella “Invio”, come tipo di consegna;
  • premere il pulsante Aggiungi File;
  • cercare e richiamare il file XBRL o XML;
  • premere il pulsante Consegna.

T260 - Cosa occorre controllare prima di inviare un questionario dal PSDR?

Per poter inviare un questionario, questo deve trovarsi nello stato “Compilato” oppure “Warning”. Se non è in uno di questi stati, occorre effettuare la verifica sulle segnalazioni inserite entrando all’interno del questionario e premendo il tasto F7.

I possibili stati delle segnalazioni sono tre:

  • OK indica che la segnalazione è corretta in base ai controlli di qualità previsti nel PSDR;
  • WAR indica che, sulla base dei controlli di qualità previsti nel PSDR, è stata evidenziata una possibile anomalia che viene sottoposta a verifica da parte dell’utente. La presenza di segnalazioni con stato WAR non impedisce quindi la trasmissione del questionario;
  • ERR indica che, sulla base dei controlli di qualità previsti nel PSDR, la segnalazione non è accettabile. La presenza di segnalazioni con stato ERR impedisce la trasmissione del questionario compilato.

T270 - È possibile integrare i dati inseriti nel PSDR con i dati prodotti da procedure interne dell’azienda?

Sì, dal PSDR è possibile effettuare l’acquisizione controllata di flussi in formato CSV o XML prodotti con procedure proprie dall’impresa segnalante; è inoltre possibile effettuare correzioni, modifiche ed integrazione di tali dati. Le specifiche tecniche per la produzione dei flussi in formato CSV o XML sono disponibili sul sito tra la documentazione a corredo dei questionari.

T280 - Cosa fare se si riceve un rilievo, dopo l’invio di un questionario?

Al momento dell’acquisizione le segnalazioni sono sottoposte a controlli deterministici, le eventuali anomalie riscontrate vengono trasmesse, tramite un messaggio di rilievo, all’impresa segnalante per un riscontro.

Confermare i dati, se corretti

  • effettuare login nell’ambiente di racconta dati (https://infostat.bancaditalia.it/Infostat/DR/);
  • accedere allo scadenziario delle rilevazioni attese attraverso il pulsante “Accedi ai servizi”;
  • posizionarsi sulla cella dello scadenzario corrispondente alla “Data contabile” di interesse;
  • premere il pulsante “Conferme”;
  • selezionare il check “Conferma rilievo” ed inserire un testo esplicativo nella colonna “Note aggiuntive per la conferma”, a commento dell’operazione di conferma;
  • ripetere l’ultimo passaggio per tutti i rilievi che si desidera confermare ;
  • premere il pulsante “Invia conferme” per inoltrare il messaggio.

Per consultare il report complessivo dei rilievi selezionare l’icona “Documento allegato”.

Correggere ed effettuare un nuovo invio dei dati, se errati

In particolare, per procedere al nuovo invio dal PSDR, occorre:

  • raggiungere la pagina “Compilazione e trasmissione questionari”;
  • aprire il questionario che si intende ritrasmettere;
  • premere il pulsante “Contenuto non modificabile....” (rappresentato da un’icona con due frecce verdi in circolo) per rendere modificabile il contenuto;
  • effettuare le modifiche necessarie;
  • salvare ed effettuare il controllo sui dati inseriti (dal menù “Questionario”, scegliere la voce “Controlla”);
  • rinviare il questionario.

T290 - Come si disinstalla il PSDR?

Per disinstallare il prodotto è sufficiente accedere alla pagina http://psdr.bancaditalia.it/PSDR/ e selezionare il link “Disinstallazione PSDR”.

In alternativa, qualora non sia possibile utilizzare il link descritto in precedenza, si può seguire la procedura manuale:

  • dal “Pannello di controllo” del computer, accedere al “Pannello di controllo Java” con un doppio click sull’icona relativa;
  • dalla scheda “Generale” premere il pulsante “Visualizza” nel riquadro “File temporanei Internet” per accedere alle applicazioni JWS installate nel computer;
  • quindi, dal menù a discesa “Mostra:”, scegliere la voce “Applicazioni”, selezionare l’applicazione “BI Eurosistema - PSDR” e cancellarla con il comando “Elimina del tasto destro del mouse”.

Ripetere la stessa operazione anche per le altre voci presenti nel menù a discesa “Mostra:”, ossia: “Risorse” (cancellare solo gli elementi con le URL http://psdr.bancaditalia.it) e “Applicazioni Eliminate”.

La procedura di disinstallazione non comporta perdita dei dati salvati nel PSDR, che quindi possono essere letti reinstallando il software.

T300 - Cosa fare se il PSDR non si avvia?

Si consiglia di effettuare una nuova installazione; tale operazione non comporta perdita di dati:

  • collegarsi alla pagina http://psdr.bancaditalia.it/PSDR/;
  • selezionare la funzione “Disinstallazione PSDR”;
  • selezionare la funzione “Installazione on-line”.

In caso di problemi di installazione, inviare una e-mail a dirrep.tec@bancaditalia.it, con la descrizione dell’errore, allegando una “print screen” della schermata.

T310 - Che fare se si riceve un messaggio di login fallito?

Se, durante l’invio della segnalazione o il test di connessione o l’aggiornamento dati, il PSDR risponde con un messaggio di TRASMISSIONE FALLITA o di LOGIN FALLITO, VERIFICARE USERNAME E PASSWORD, dal menù Strumenti > Configurazione > Utenza sito inserire ex novo le credenziali ed effettuare il test di connessione. In caso di esito positivo salvare le modifiche attraverso il pulsante OK.