N. 1151 - Incertezza sulla politica di bilancio e ciclo economico: evidenza basata su serie storiche italiane

Go to the english version Cerca nel sito

di Alessio Anzuini, Luca Rossi e Pietro Tommasino dicembre 2017

Il saldo del bilancio pubblico dipende dall'andamento dell'economia e questo è a sua volta influenzato dalla politica di bilancio. Gli andamenti dell'economia possono risentire non solo delle misure effettivamente attuate, in senso restrittivo o espansivo, ma anche dell'incertezza sugli orientamenti e sulle scelte della politica di bilancio. Un orientamento percepito come erratico e scelte in tema di spesa e tassazione poco prevedibili potrebbero indurre le famiglie ad aumentare il risparmio di natura precauzionale e le imprese a comprimere gli investimenti.

Per misurare l'impatto dell'incertezza in tema di politica di bilancio, il lavoro procede in due stadi. Nel primo si stima per l'Italia, nel periodo 1991-2014, una funzione di reazione dove - come è prassi in letteratura - il disavanzo primario corretto per il ciclo dipende da una componente sistematica (funzione del livello del debito pubblico e del ciclo economico) e da uno shock stocastico. Diversamente dal resto della letteratura, tuttavia, si assume che la volatilità di questo shock sia essa stessa stocastica e variabile nel tempo. La serie storica della stima di tale volatilità è utilizzata come misura di incertezza nel secondo stadio dell'analisi.

In questo secondo stadio, le serie degli shock al livello del disavanzo e alla sua volatilità sono entrambe incluse tra le variabili di un modello vettoriale auto-regressivo (VAR), insieme con il PIL, l'inflazione, il tasso di interesse a lungo termine e l'occupazione.

Le stime ottenute con il VAR mostrano che un'espansione di bilancio (un'innovazione positiva al livello del disavanzo) genera un aumento sia del PIL sia dell'occupazione; un aumento della volatilità del disavanzo genera, al contrario, una riduzione del PIL e dell'occupazione.

I risultati ottenuti contribuiscono a spiegare la presenza, in letteratura, di stime molto diverse degli effetti di politiche di bilancio espansive, i cosiddetti "moltiplicatori di bilancio", che potrebbero per l'appunto dipendere dal fatto che opposti possono essere gli effetti sull'incertezza di un'identica variazione dei saldi di bilancio. Anche a parità di questi ultimi, effetti espansivi possono derivare da una linea di condotta che riduca l'incertezza circa le azioni future, ad esempio tramite l'adozione di piani pluriennali di bilancio credibili che garantiscano nel medio periodo la prevedibilità delle politiche.

Testo della pubblicazione