N. 1063 - Il contagio informativo riprodotto in laboratorio

Go to the english version Cerca nel sito

di Marco Cipriani, Antonio Guarino, Giovanni Guazzarotti, Federico Tagliati e Sven Fischer aprile 2016

Il contagio tra mercati finanziari è un fenomeno ampiamente documentato in letteratura; le recenti crisi finanziarie ne hanno confermato la rilevanza.

La teoria economica individua diversi canali di trasmissione di uno shock da un mercato all’altro, quali i vincoli di liquidità degli operatori, la ricomposizione dei portafogli, la presenza di asimmetrie informative. Quest’ultimo canale è stato analizzato per la prima volta in un modello di King e Wadhwani (1990) in cui si assume che il valore di un bene dipenda da una componente idiosincratica e da una sistemica. Poiché gli investitori non conoscono la natura dello shock che colpisce gli altri mercati, essi reagiscono anche quando il prezzo degli altri beni non contiene informazioni sul valore del bene scambiato, cioè quando lo shock ha natura idiosincratica.

Il lavoro allegato riproduce in laboratorio il modello di King e Wadhwani per verificare se esso descriva correttamente il meccanismo del contagio informativo. L’esperimento permette al ricercatore di controllare la natura degli shock, la distribuzione dell’informazione tra i partecipanti e le preferenze dei singoli operatori, cosa impossibile utilizzando dati di mercato.

I risultati dell’esperimento sono i seguenti.

In laboratorio il canale informativo è rilevante. Più precisamente, come previsto dal modello di King e Wadhwani, c’è contagio quando i fondamentali delle attività scambiate sono tra loro correlati, mentre non c’è contagio quando i fondamentali sono indipendenti.

I soggetti in laboratorio formano le proprie aspettative utilizzando correttamente l’informazione trasmessa dagli altri mercati: sebbene alcuni si comportano in modo irrazionale, in aggregato il mercato non esibisce fenomeni di panic selling o irrational exuberance e incorpora in modo corretto le informazioni pubblicamente disponibili.

Nel complesso, quindi, il modello di King e Wadhwani risulta una accurata rappresentazione del meccanismo del contagio informativo: la correlazione osservata tra i prezzi delle attività finanziarie è infatti molto simile a quella prevista dal modello sotto l’ipotesi di agenti razionali.

Testo della pubblicazione