N. 484 - Aspetti economici e regolamentari delle «cripto-attività»

Go to the english version Cerca nel sito

di Andrea Caponera e Carlo Gola marzo 2019

Il lavoro analizza le caratteristiche economiche di bitcoin e "cripto-attività" similari. Dopo avere descritto il protocollo blockchain, il ruolo degli exchanges e dei wallet providers, esso considera gli approcci regolamentari adottati nelle varie giurisdizioni. Vengono quindi affrontati i profili contabili e prudenziali, su cui rimangono rilevanti incertezze. Il lavoro fornisce una tassonomia delle "cripto-attività" e una breve descrizione delle initial coin offerings (ICOs) e aspetti correlati.

La letteratura sull'argomento mostra che bitcoin e le "cripto-attività" similari non rientrano pienamente nelle categorie di moneta e strumento finanziario. Questa classe di gettoni digitali, che utilizza protocolli informatici pubblici basati sulla distributed ledger technology (DLT), è caratterizzata da elevata volatilità e dall'assenza di valore intrinseco. L'instabilità del loro prezzo deve essere tenuta in considerazione nel trattamento di tali strumenti dal punto di vista contabile e prudenziale.

Testo della pubblicazione