N. 416 - I recenti sviluppi delle relazioni industriali in Italia

Go to the english version Cerca nel sito

di Francesco D'Amuri, Raffaella Nizzi dicembre 2017

Il lavoro fornisce una rassegna degli sviluppi recenti delle relazioni industriali, sia sul piano delle regole, sia sul piano dei risultati della contrattazione. Si assiste a una crescente frammentazione nel panorama della contrattazione nazionale, con la diffusione di accordi di prima stipula tra sigle sindacali e datoriali minori e di recente formazione che comportano spesso una riduzione del costo della manodopera.

Il ruolo della contrattazione decentrata è rimasto secondario e generalmente subordinato alle disposizioni definite a livello nazionale, nonostante diversi provvedimenti adottati nel corso degli anni, gradualmente più generosi, abbiano cercato di favorirne la diffusione riducendo il cuneo fiscale sulle componenti retributive contrattate a livello locale.

Un maggior ruolo della contrattazione decentrata nella definizione dei salari e dell'organizzazione del lavoro consentirebbe di favorire un miglior allineamento tra la crescita dei salari e quella della produttività e di allentare alcune rigidità della contrattazione nazionale, soprattutto in termini di durata dei contratti e di meccanismi di indicizzazione automatici, che rischiano di rendere più persistente l'inflazione.

Forthcoming in: E-Journal of International and Comparative Labour Studies

Testo della pubblicazione