Financial DominanceDodicesima Lezione Paolo Baffi

Go to the english version Cerca nel sito

di Markus K. Brunnermeier dicembre 2015

La dodicesima Lezione Baffi affronta il tema della Dominanza del Sistema Finanziario (“Financial Dominance”), ossia la tendenza del sistema finanziario, in assenza di una opportuna regolamentazione, ad accumulare una quantità di capitale insufficiente e a rendere necessario l’intervento pubblico per assorbire le proprie perdite (anche sotto forma di ricapitalizzazioni degli intermediari finanziari). Tale tendenza deriva dal ruolo cruciale che il sistema finanziario svolge nell’allocare risorse finanziarie verso le imprese produttive – ruolo che le banche centrali cercano di tutelare. Quando l’economia è colpita da uno shock, il sistema finanziario può amplificarne gli effetti negativi: le banche, al fine di contrastare il deterioramento dei propri bilanci, sono costrette a ridurre i prestiti alle imprese. Tale riduzione, tuttavia, causa un ulteriore peggioramento delle condizioni dell’economia, che può generare una spirale negativa. In queste condizioni, è necessario, in particolare, un intervento da parte delle banche centrali che, diminuendo il livello dei tassi d’interesse (con misure convenzionali e non convenzionali) migliorano le condizioni economiche e contribuiscono a “riparare” i bilanci delle banche.

Il sistema finanziario, che è consapevole della necessità di interventi da parte della politica monetaria nel caso di shock negativi, può quindi mostrare una tendenza ad avere poco capitale nei propri bilanci, in modo da minimizzare le proprie perdite e massimizzare gli interventi da parte della banche centrali. Tale tendenza deve essere preventivamente contrastata con appropriate politiche macroprudenziali, che richiedano alla banche opportuni requisiti di capitale e contribuiscano a ridurre la rischiosità dei loro portafogli.

Testo della pubblicazione