Segnalazioni Whistleblowing e segnalazioni aziendali

Go to the english version Cerca nel sito

I dipendenti e i collaboratori degli intermediari vigilati dalla Banca d'Italia o altri soggetti possono segnalare violazioni normative e irregolarità di natura gestionale seguendo poche e semplici regole.

Segnalazione Whistleblowing

I dipendenti o i collaboratori di una banca o di un altro soggetto vigilato dalla Banca d'Italia possono utilizzare il canale whistleblowing per segnalare possibili violazioni della normativa o anomalie gestionali riscontrate presso tali intermediari. La Banca d'Italia assicura la riservatezza dei dati personali del segnalante, anche al fine di tutelare quest'ultimo da possibili ritorsioni, come previsto dalla normativa in materia (art. 52-ter del TUB, art. 4-duodecies del TUF e legge n. 179 del 2017).

Segnalazione aziendale

Anche coloro che non siano dipendenti o collaboratori di soggetti vigilati dalla Banca d'Italia possono presentare segnalazioni su possibili violazioni della normativa o presunte anomalie gestionali riscontrate presso tali intermediari. Le informazioni raccolte sono trattate dalla Banca d'Italia assicurando la tutela della privacy del segnalante.

Attenzione

Il whistleblowing e la segnalazione aziendale non sono i canali giusti per segnalare fatti o controversie concernenti il rapporto di lavoro del segnalante con l'intermediario, o questioni di natura commerciale (cfr. "E' utile sapere che").

Come inviare una segnalazione whistleblowing o una segnalazione aziendale alla Banca d'Italia

Per presentare una segnalazione whistleblowing è disponibile il modulo "Segnalazione Whistleblowing". Il modulo può essere inviato alla Banca d'Italia:

  • via posta elettronica alla casella whistleblowing-vigilanza@bancaditalia.it;
  • via posta ordinaria, all'indirizzo Banca d'Italia, via Nazionale, n. 91 - 00184 Roma, all'attenzione del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria - Servizio RIV - Divisione SRE (la busta deve recare la dicitura "riservato").

Per presentare una segnalazione aziendale è disponibile il modulo "Segnalazione aziendale". Il modulo può essere inviato alla Banca d'Italia:

Cosa fa la Banca d'Italia quando riceve una segnalazione

La Banca d'Italia trae da tali segnalazioni informazioni utili per le proprie funzioni di vigilanza e attiva, ove necessario, gli opportuni strumenti di intervento, coordinandosi con la BCE quando l'intermediario sia una banca "significativa".

Di norma, la Banca d'Italia non risponde alle segnalazioni, ma si riserva di contattare il segnalante qualora lo ritenga utile per ottenere ulteriori informazioni o chiarimenti.

La Banca d'Italia, comunque, non può divulgare gli esiti degli approfondimenti condotti e le eventuali iniziative adottate a seguito di segnalazioni riguardanti intermediari vigilati, in osservanza del vincolo del segreto d'ufficio, che copre tutti i dati, le informazioni e le notizie acquisiti in ragione dell'attività di vigilanza (art. 7 del TUB).

È utile sapere che

Le segnalazioni sopra descritte (whistleblowing e aziendali) sono importanti strumenti per migliorare l'azione di vigilanza. Per la clientela che intenda invece segnalare problemi nella propria relazione commerciale con un intermediario sono previsti strumenti diversi, specificamente dedicati alla tutela degli utenti di servizi bancari e finanziari: l'esposto del cliente e il ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per conoscere queste forme di tutela è possibile cliccare qui.

In breve

Se sei un dipendente o un collaboratore di una banca o di un intermediario finanziario vigilato dalla Banca d'Italia e vuoi segnalare violazioni normative e/o irregolarità di natura gestionale:

Puoi presentare una segnalazione whistleblowing inviando il modulo:

  • via posta elettronica alla casella whistleblowing-vigilanza@bancaditalia.it;
  • via posta ordinaria, alla Banca d'Italia, Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria - Servizio RIV - Divisione SRE, via Nazionale, n. 91 - 00184 Roma (la busta deve recare la dicitura "riservato").

Se sei un altro soggetto (non dipendente o collaboratore) e vuoi segnalare violazioni normative e/o irregolarità di natura gestionale relative a una banca o a un intermediario finanziario vigilato dalla Banca d'Italia:

Puoi presentare una segnalazione aziendale inviando il modulo:

Se sei un cliente di una banca o di un intermediario finanziario vigilato dalla Banca d'Italia e vuoi segnalare problemi nella tua relazione commerciale con l'intermediario:

Puoi presentare un esposto o ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per maggiori informazioni, clicca qui.

Moduli per la segnalazione

Argomenti Correlati

Ricorsi all'Arbitro Bancario Finanziario

L'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) è un sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie tra i clienti e le banche o gli altri intermediari finanziari. Si tratta di un organismo indipendente e imparziale, articolato sul territorio nei Collegi di Bari, Bologna, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino.

Presentazione di esposti

La presentazione di un esposto alla Banca d’Italia consente al cliente di segnalare comportamenti che ritiene irregolari o scorretti da parte delle banche e degli intermediari finanziari. Per la Banca d'Italia gli esposti rappresentano una fonte di informazioni per l'esercizio della attività di vigilanza. La presentazione di un esposto non avvia un procedimento amministrativo disciplinato dalle legge n. 241 del 1990.