Provvedimenti sanzionatori

Go to the english version Cerca nel sito

Questa sezione riporta i provvedimenti sanzionatori adottati dalla Banca d'Italia dal luglio 2015 (quelli precedenti sono pubblicati nella veste editoriale del Bollettino di Vigilanza; la loro pubblicazione avviene in forma elettronica su questo sito web, di norma dopo la notifica agli interessati.

È data evidenza ai provvedimenti adottati secondo il "nuovo regime" sanzionatorio, introdotto con il recepimento della direttiva UE/2013/36 (cd. CRD IV) ad opera del decreto legislativo n. 72 del 2015 e delle relative disposizioni attuative. La nuova disciplina - applicabile alle violazioni commesse dal giugno 2016 - prevede tra l'altro:

  • l'ampliamento dei destinatari delle sanzioni amministrative, che sono ora irrogate alle società responsabili della violazione e, al ricorrere di determinati presupposti, alle persone fisiche (esponenti e dipendenti);
  • l'inasprimento delle sanzioni pecuniarie fino a un massimo del 10 per cento del fatturato per le società e di 5 milioni di euro per le persone fisiche;
  • la diversificazione delle sanzioni applicabili, con la possibilità di adottare anche misure di natura non patrimoniale.

La Banca d'Italia ha introdotto una garanzia procedimentale aggiuntiva, riconoscendo agli interessati la possibilità di presentare ulteriori deduzioni scritte di fronte al Direttorio.

Comandi di paginazione dei risultati

schermata corrente: 1, risultati per schermata: 10, schermate totali: 11.