Funzioni e strumenti della Tesoreria

Go to the english version Cerca nel sito

Negli ultimi anni rilevanti innovazioni normative e procedurali hanno posto le basi per l'attuazione di un modello di tesoreria statale in cui sono accentuate le caratteristiche di diffusione e condivisione delle informazioni e i servizi di pagamento in rete (oltre il 95% delle operazioni di pagamento sono effettuate in via telematica).

In particolare, ha assunto rilievo la scelta di adottare un modello di tesoreria basato sull’interconnessione tra il Sistema Pubblico di Connettività e la Rete Nazionale Interbancaria, così come previsto dal SIPA (Sistema informatizzato della Pubblica Amministrazione). Nel SIPA, la gestione degli incassi e dei pagamenti pubblici avviene attraverso le procedure informatiche e telematiche proprie del sistema interbancario, ricorrendo ai bonifici come strumento di pagamento ordinario.

Le principali procedure di pagamento sviluppate nel corso dell’ultimo decennio (ora conformi agli standard europei SEPA) hanno riguardo sia i pagamenti delle amministrazioni centrali e periferiche,  compreso il pagamento di stipendi e pensioni, sia i servizi di cassa svolti per conto di terzi (INPS e Agenzie fiscali), regolati da apposite Convenzioni.

Sul fronte degli incassi fiscali e contributivi invece le tappe fondamentali sono state le applicazioni Delega Unica e F24 Enti Pubblici volte all’aggregazione delle disposizioni effettuati dalle banche, dai concessionari della riscossione e da Poste (Delega Unica e F24 EP) e la realizzazione del bonifico di tesoreria.

Infine, dal 1° marzo 2010, nell’ambito della gestione dei conti di tesoreria unica delle amministrazioni locali, è stata avviata la telematizzazione dei rapporti con i tesorieri bancari; tale innovazione ha consentito sia uno snellimento delle attività operative, sia una maggiore tempestività informativa relativa alla movimentazione, con positivi impatti anche sulle attività di previsione del fabbisogno del settore statale.

Restano al di fuori del perimetro della tesoreria telematica le operazioni di pagamento cartacee – ormai residuali – e le operazioni di incasso effettuate allo sportello.

Per ulteriori dettagli in merito alle modalità operative con cui si sostanziano gli incassi e i pagamenti della Tesoreria Statale si invita a consultare la sezione del sito “Servizi al cittadino”.

La pluralità degli attori coinvolti nelle procedure di incasso e di pagamento sono fonte di una notevole complessità realizzativa, evidenziando inoltre la necessità di estendere l’utilizzo dell’ICT a tutte le fasi dei  processi di tesoreria.

La Banca d’Italia è tenuta a rendicontare gli incassi e i pagamenti eseguiti per conto dello Stato o degli altri enti pubblici che rientrano nel servizio di tesoreria in attuazione delle normative legislative, regolamentari e di accordi tecnici operativi, le risultanze contabili delle operazioni effettuate dalle tesorerie.

A seguito del processo di generale informatizzazione della Tesoreria la trasmissione dei dati di rendicontazione è effettuata principalmente con flussi telematici aventi valenza giuridica, disciplinati da protocolli d’intesa tra le controparti, veicolati sull’infrastruttura costituita dal sistema pubblico di connettività (al quale accede la gran parte delle amministrazioni pubbliche) e la rete nazionale interbancaria. La rendicontazione telematica garantisce rapidità, certezza e leggibilità alle informazioni; supporta la gestione della spesa e le decisioni allocative potenziando i controlli delle amministrazioni e degli organismi istituzionalmente preposti allo svolgimento di tale funzione.

La Banca illustra inoltre la movimentazione del conto disponibilità attraverso elaborazioni di sintesi. Oltre a illustrare periodicamente i risultati della gestione, la Banca ha l’obbligo di rendere il “conto giudiziale” alla Corte dei conti. Per lo svolgimento del servizio di tesoreria statale la Banca d’Italia è infatti soggetta alla responsabilità contabile in quanto per la sua qualità di istituto incaricato del servizio di tesoreria, assume la veste di agente contabile, ai sensi della vigente normativa di contabilità dello Stato.

Normativa di riferimento per il SIPA

Normativa di riferimento per gli adempimenti fiscali

Normativa di riferimento per il versamento dei contributi previdenziali

Normativa diriferimento per i versamenti in tesoreria tramite bonifco

Servizi Offerti

Servizi al cittadino

Nelle pagine dei singoli servizi ci sono informazioni, moduli e approfondimenti. Per altre informazioni è possibile chiamare il numero verde 800 19 69 69 o rivolgersi alle Filiali della Banca d'Italia