Strumenti convenzionali

Go to the english version Cerca nel sito

Le Banche centrali nazionali (BCN) operano con le proprie controparti, ossia con le banche attive nei rispettivi paesi, attraverso tre categorie di strumenti:

  • le operazioni di mercato aperto;
  • le operazioni su iniziativa delle controparti;
  • la riserva obbligatoria.

Tali strumenti sono utilizzati in modo da ottenere gli effetti desiderati sulla liquidità in circolazione nell'area, sui tassi di interesse e, più in generale, sulle condizioni del mercato monetario.

Le operazioni di mercato aperto hanno la funzione di immettere o di drenare la liquidità.

Sono condotte attraverso aste o procedure bilaterali e, in base alle finalità e alla durata, possono essere distinte in operazioni:

  • di rifinanziamento principali: operazioni regolari di immissione di liquidità con frequenza e scadenza settimanali;
  • di rifinanziamento a più lungo termine: operazioni di immissione di liquidità con durata di tre mesi;
  • di regolazione puntuale: senza scadenza prestabilita e con lo scopo di regolare impreviste fluttuazioni della liquidità e dei tassi di interesse; possono essere di rifinanziamento o di deposito;
  • di tipo strutturale: con lo scopo di correggere la posizione strutturale di liquidità dell'Eurosistema nei confronti del sistema bancario, ossia l'ammontare di liquidità a lungo termine presente nel mercato.

Le operazioni attivabili su iniziativa delle controparti (operazioni di deposito e di rifinanziamento marginale, entrambe di durata overnight), consentono alle istituzioni creditizie di compensare i propri squilibri di liquidità, in eccesso o in difetto, al termine della giornata operativa.

L'Eurosistema impone alle banche di detenere una percentuale delle proprie passività sotto forma di depositi presso la banca centrale nazionale pertinente: la riserva obbligatoria. Il rispetto dell'obbligo di riserva è determinato in base alla media dei saldi di fine giornata detenuti sui conti di riserva nell'arco di un periodo di 6 o 7 settimane, il cosiddetto periodo di mantenimento. La remunerazione della riserva obbligatoria è legata al tasso delle operazioni di rifinanziamento principali dell'Eurosistema (cfr. sezione Tassi dell'Eurosistema).

Alle operazioni di mercato aperto e a quelle su iniziativa delle controparti possono partecipare tutte le istituzioni creditizie residenti nei paesi dell'area dell'euro che sono in possesso dei necessari requisiti (cfr. sezione Controparti di politica monetaria). Le operazioni di immissione di liquidità (come ad esempio le operazioni di rifinanziamento principale, quelle a più lungo temine e quelle di rifinanziamento marginale) sono condotte a fronte del conferimento di adeguate garanzie (cfr. Sezione Gestione delle garanzie).

Ulteriori informazioni disponibili sul sito web della Banca centrale europea