I Governatori e i Direttori Generali

Go to the english version Cerca nel sito

La Banca d’Italia nacque il 1° gennaio 1894, per effetto della legge n. 449 del 10 agosto 1893.

La massima carica della Banca era il direttore generale; fino al 1899 il direttore e i suoi due vice formavano un Collegio di direzione. Lo statuto approvato con decreto del 18 giugno 1899 abolì il Collegio di direzione e ridusse da 2 a 1 il numero dei vice direttori generali.

Il Direttorio fu istituito con la riforma statutaria approvata con R.D. 21 giugno 1928, n. 1404 che previde un governatore e, a lui subordinati, un direttore generale e un vice direttore generale. Nel 1969 i vice tornarono a essere due. Con la legge "Disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari" (L. 28.12.2005, n. 262) il Direttorio è configurato come un organo collegiale composto dal governatore, dal direttore generale e dai vice direttori generali.

Elenco dei governatori

Elenco dei direttori generali

Direttorio della Banca d'Italia

Considerazioni finali dei Governatori 1960 - 1981

Argomenti Correlati

Direttorio

Il Direttorio è un organo collegiale, costituito dal Governatore, dal Direttore generale e da tre Vice direttori generali, competente per l’assunzione dei provvedimenti aventi rilevanza esterna relativi all’esercizio delle funzioni pubbliche attribuite dalla legge alla Banca per il perseguimento delle finalità istituzionali, con esclusione delle decisioni rientranti nelle attribuzioni del SEBC.