Provvedimenti e accordi con altre autorità

Go to the english version Cerca nel sito

Provvedimenti

I procedimenti amministrativi della Banca si concludono con l'adozione, nei termini indicati nei relativi regolamenti, di provvedimenti espressi.

I provvedimenti relativi all'esercizio delle funzioni pubbliche sono adottati dal Direttorio; per quelli che non richiedono valutazioni di carattere discrezionale il Direttorio ha facoltà di rilasciare deleghe al personale direttivo della Banca.

In specifiche sezioni del sito sono pubblicati i provvedimenti a carattere generale o relativi a specifici operatori (variazione degli albi o degli elenchi speciali, provvedimenti straordinari, sanzioni amministrative).

I provvedimenti adottati nell'esercizio della funzione di controllo sui gestori del contante sono pubblicati nell'ambito della sezione Emissione Euro.

Le controversie relative ai provvedimenti della Banca sono devolute, in via generale, alla giurisdizione del giudice amministrativo, con competenza funzionale del Tribunale amministrativo regionale del Lazio.

Controllo giurisdizionale sugli atti e provvedimenti adottati in materia di vigilanza

L'attività di vigilanza svolta dalla Banca d'Italia segue le forme del procedimento amministrativo, nel rispetto delle disposizioni dettate in particolare dalle leggi n. 241 del 1990 e n. 262 del 2005, e dà luogo all'adozione di provvedimenti soggetti al vaglio dell'autorità giudiziaria.

La maggior parte dei giudizi in materia è costituita da opposizioni avverso sanzioni amministrative, irrogate dalla Banca d'Italia nei confronti di chi svolge funzioni di amministrazione, direzione o controllo di banche o intermediari finanziari o dei loro dipendenti, responsabili di violazioni della disciplina di vigilanza. Il procedimento si avvia con la contestazione da parte della Banca d'Italia delle violazioni riscontrate. Nel corso dell'istruttoria gli interessati possono presentare proprie deduzioni. La decisione di irrogare la sanzione è rimessa al Direttorio della Banca d'Italia.

Il rimanente contenzioso in materia di vigilanza ha ad oggetto provvedimenti di varia natura adottati dalla Banca d'Italia, nell'esercizio delle proprie funzioni di vigilanza, nei confronti di banche e altri intermediari vigilati.

Le controversie aventi ad oggetto i provvedimenti adottati dalla Banca d'Italia nell'esercizio delle funzioni di vigilanza sono devolute per legge alla giurisdizione del giudice amministrativo, con competenza funzionale inderogabile del Tribunale amministrativo regionale del Lazio. Quelle relative alle opposizioni alle sanzioni amministrative sono di competenza del giudice ordinario.

Controllo giurisdizionale in materia di gestione del personale

Gli istituti normativi ed economici che riguardano il rapporto d'impiego alle dipendenze della Banca d'Italia sono oggetto di contrattazione collettiva con le Organizzazioni sindacali operanti presso la Banca stessa. I relativi accordi sindacali sono sottoposti al Consiglio superiore della Banca; ove approvati, essi sono trasfusi in apposito Regolamento del personale, che disciplina in modo esaustivo il rapporto di lavoro alle dipendenze della medesima.

Il rapporto di impiego alle dipendenze della Banca d'Italia non rientra tra quelli oggetto della c.d. "privatizzazione" (di cui al decreto legislativo n. 29/1993 e successive modificazioni), ed è tuttora soggetto a regime di diritto pubblico ai sensi dell'art. 3, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001; le relative controversie sono conseguentemente devolute per legge alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo (art. 63, comma 4, del d.lgs. n. 165/2001).

Accordi con altre autorità

Nella sezione sono, inoltre, pubblicati gli accordi di collaborazione e i protocolli d'intesa stipulati dalla Banca con altri enti e amministrazioni per lo svolgimento delle rispettive funzioni.

Delibere del Direttorio in materia di conferimento di deleghe

Il Direttorio della Banca d'Italia ha conferito, ai sensi dell'art. 22, 5° comma dello Statuto della Banca (già art. 21, 3° comma), deleghe ai responsabili del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria, dei Servizi e delle Filiali per l'adozione di provvedimenti e atti in materia di Vigilanza bancaria e finanziaria di propria competenza.

Le deleghe sono state conferite con delibere n. 99 del 10 febbraio 2009 e successivamente modificate con delibera n. 31 del 15 gennaio 2013; con delibera n. 60 del 21 gennaio 2014 tali deleghe sono state aggiornate al nuovo assetto organizzativo del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d'Italia.

Con delibera n. 310 del 7 luglio 2015 sono state conferite nuove deleghe sui procedimenti in materia di gestione collettiva del risparmio e modificate alcune deleghe della delibera n. 99 del 10 febbraio 2009.

Nuove deleghe sono state conferite con delibera n. 330 del 14 luglio 2015, in materia di decisione sul capitale, e con delibera n. 347 del 21 luglio 2015, in materia di autorizzazione alla riduzione dei fondi propri e approvazione del piano di conservazione del capitale.

Con delibera n. 436 del 22 settembre 2015 le deleghe sono state adeguate alle modifiche organizzative introdotte con l’Istituzione dell’Unità di Risoluzione e Gestione delle Crisi.

Con delibera n. 215 del 3 maggio 2016 sono state conferite nuove deleghe sui procedimenti in materia di esenzione dall’obbligo di compensazione dei contratti derivati OTC per le transazioni infragruppo.

Con delibera n. 505 del 28 luglio 2017 sono state conferite nuove deleghe per i procedimenti in materia di decisione sul capitale. Le nuove deleghe sostituiscono quelle conferite con delibera n. 330 del 14 luglio 2015.

  • Delibera n. 505 del 28 luglio 2017 pdf 316.7 KB Conferimento di deleghe da parte del Direttorio, ai sensi dell’art. 22 comma 5 dello Statuto della Banca d'Italia, per l'assunzione di provvedimenti in materia di decisione sul capitale. La presente delibera sostituisce la delibera n. 330 del 14 luglio 2015. Data di pubblicazione:08 agosto 2017
  • Delibera n. 215 del 3 maggio 2016 pdf 37.3 KB Conferimento di deleghe da parte del Direttorio, ai sensi dell'art. 22 comma 5 dello Statuto della Banca d'Italia, per l’assunzione di provvedimenti in materia di esenzione dall’obbligo di compensazione dei contratti derivati OTC per le transazioni infragruppo Data di pubblicazione:09 maggio 2016
  • Delibera n. 152 del 15 marzo 2016 pdf 58.3 KB Elenco degli ulteriori provvedimenti e atti delegati dal Direttorio in materia di vigilanza bancaria e finanziaria. Data di pubblicazione:17 marzo 2016
  • Delibera n. 436 del 22 settembre 2015 pdf 146.4 KB Conferimento di deleghe da parte del Direttorio ai sensi dell’art. 22, comma 5, dello Statuto in relazione all'istituzione di una nuova Unità di Risoluzione e Gestione delle Crisi (RGC). Data di pubblicazione:24 settembre 2015
  • Delibera n. 347 del 21 luglio 2015 pdf 50.5 KB Conferimento di nuove deleghe per l’assunzione di provvedimenti in materia di autorizzazione alla riduzione dei fondi propri - anche a modifica della Delibera n. 99 del 10 febbraio 2009 - e di approvazione del piano di conservazione del capitale. Tali deleghe tengono conto delle modificazioni del quadro normativo di riferimento introdotte dal Regolamento (UE) n. 575/2013 (CRR) e della Direttiva 2013/36/UE (CRD IV). Data di pubblicazione:30 luglio 2015
  • Delibera n. 330 del 14 luglio 2015 pdf 138.2 KB Conferimento di deleghe da parte del Direttorio, ai sensi dell'art. 22 comma 5 dello Statuto della Banca d'Italia, per l’assunzione di provvedimenti in materia di decisione sul capitale. La delibera n. 330 del 14 luglio 2015 è stata sostituita dalla delibera n. 505 del 28 luglio 2017. Data di pubblicazione:30 luglio 2015
  • Delibera n. 310 del 7 luglio 2015 pdf 167.3 KB Conferimento di nuove deleghe per l'assunzione di provvedimenti e atti in materia di Vigilanza ai sensi dell'art. 22, 5° comma dello Statuto della Banca (già art. 21, 3° comma). Tali deleghe modificano e integrano quelle già conferite con delibera del Direttorio n. 99 del 10/02/2009. In particolare,  le deleghe riguardano procedimenti in materia di gestione collettiva del risparmio e sono volte a tenere conto delle modificazioni del quadro normativo e dell’attività di vigilanza conseguenti al recepimento  in Italia delle Direttive 2009/65 /UE (UCITS IV) e 2011/61/UE (AIFMD). Data di pubblicazione:08 luglio 2015
  • Delibera n. 60 del 21 gennaio 2014 pdf 29.5 KB Deleghe per l'assunzione di provvedimenti e atti in materia di Vigilanza, ai sensi dell'art. 22, 5° comma dello Statuto della Banca (già art. 21, 3° comma). Al fine di aggiornare le deleghe in materia sin qui conferite (delibere n. 99 del 10 febbraio 2009 e n. 31 del 15 gennaio 2013) al nuovo quadro organizzativo del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria, confermandole con riguardo alle stesse fattispecie e secondo le stesse condizioni e modalità di esercizio già deliberate. Le deleghe hanno efficacia dal 27 gennaio 2014, anche con riferimento ai provvedimenti e agli atti da assumere in relazione ai procedimenti amministrativi pendenti a tale data. Data di pubblicazione:27 gennaio 2014
  • Delibera n. 31 del 15 gennaio 2013 pdf 273.7 KB Conferimento nuove deleghe per l'assunzione di provvedimenti e atti in materia di Vigilanza. Tali deleghe modificano e integrano quelle già conferite con delibera del Direttorio n. 99 del 10/02/2009. In particolare, sulla base della nuova delibera, sono sostituite le deleghe già conferite relativamente alle fattispecie di cui ai procedimenti n. 49, 81, 153 e 156 del Regolamento del 25 giugno 2008, recante l'individuazione dei termini e delle unità organizzative responsabili dei procedimenti amministrativi di competenza della Banca d'Italia relativi all'esercizio delle funzioni di vigilanza in materia bancaria e finanziaria, ai sensi degli articoli 2 e 4 della legge n. 241/1990, e successive modificazioni. Data di pubblicazione:18 febbraio 2013
  • Delibera n. 99 del 10 febbraio 2009 pdf 471.1 KB Data di pubblicazione:30 luglio 2015

Gestione del personale - dati statistici sulle decisioni

Accordi con altre autorità che interessano l'attività di vigilanza

Accordi, protocolli, memorandum e altri strumenti di collaborazione e coordinamento tra la Banca d'Italia e altre Autorità che interessano l'attività di Vigilanza.

Accordi con altre autorità rilevanti per la funzione di supervisione sui mercati e sul sistema dei pagamenti

Accordi con altre Autorità rilevanti per l'attività di Tesoreria

Accordi, protocolli, memorandum e altre modalità di cooperazione e coordinamento tra la Banca d'Italia e altre Autorità, italiane o estere, rilevanti per l'attività di Tesoreria.

Accordi con l’Arma dei Carabinieri

Argomenti Correlati

Procedimenti amministrativi e diritto di accesso

Nello svolgimento della propria attività amministrativa la Banca applica la disciplina sul procedimento amministrativo e sul diritto di accesso di cui alla legge n. 241 del 7 agosto 1990. Per ciascuna tipologia di procedimento amministrativo sono individuati, con appositi regolamenti pubblicati nella presente sezione, il termine di conclusione nonché l'unità organizzativa responsabile dell'istruttoria e di ogni altro adempimento procedimentale.

Bollettino di Vigilanza (cessato da luglio 2015)

Il Bollettino di Vigilanza contiene atti delle autorità creditizie (Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio, Ministro dell'economia e delle finanze e Banca d'Italia) o comunque di rilievo per la Vigilanza emanati fino a giugno 2015.

Provvedimenti relativi ai gestori del contante

Elenco dei provvedimenti sanzionatori e di divieto adottati dalla Banca d'Italia nell'esercizio della funzione di controllo sui gestori del contante.